Le Bontà del Capo: un ristorante tra cielo e mare a Conca dei Marini

A Conca dei Marini, uno dei borghi più caratteristici della Costiera Amalfitana, sorge “Le Bontà del Capo”, un ristorante che si staglia tra il blu del mare e l’azzurro del cielo.

L’idea di aprire un ristorante in quel luogo paradisiaco venne nel 1998 a Don Salvatore Criscuolo che, con l’aiuto dell’amata moglie Teresa, riuscì a realizzare quello che in cuor suo era solo un sogno da ragazzino.

Don Salvatore Criscuolo, meglio conosciuto con il nome “Il Capo”, diede così vita a quello che oggi è diventato il ristorante fiore all’occhiello di Conca dei Marini e che porta il suo nome, anzi, il suo soprannome. Oggi gli eredi di Don Salvatore, Antonio e Giusy Criscuolo, sotto l’occhio vigile del “Capo”, portano avanti il complesso secondo i valori e l’antica passione che ha sempre caratterizzato i genitori.

Million Day estrazione di oggi 20 Maggio

Anche questa sera di oggi domenica Maggio alle 19.00 sono stati estratti i cinque numeri vincenti di Million Day, il nuovo concorso di Lottomatica...

Il ristorante “Le Bontà del Capo” è uno dei protagonisti e degli esempi d’eccellenza della tradizione culinaria mediterranea che, insieme alle altrettante strutture rinomate della zona, tengono alto il nome della ristorazione in Costiera Amalfitana con sacrificio, impegno e tenacia.

La struttura offre una grande varietà di primi e secondi piatti sia di terra che di mare: gli antipasti spaziano dall’ insalata di mare al salmone, dalle insalatone miste alla parmigiana di melanzane. Poi largo ai primi con spaghetti alle vongole, ravioli di pesce, scialatielli ai frutti di mare e per i secondi grigliate di pesce e fritture miste.

Inoltre, la grande scelta dei vini, provenienti dalle più rinomate cantine d’Italia, vi permetterà di assaporare appieno quelli che sono i sapori e i profumi della Costiera. Altrettanta rilevanza viene data alla presenza di uno dei barman più premiati della zona che con la sua armonia e la scelta dei cooktail che sarà capace di farvi scatenare una serie di emozioni di fronte agli spettacolari tramonti che incendiano di rosso e arancio un panorama che si chiude nello specchio d’acqua cristallina nella quale si specchiano i faraglioni e la vicina Capri.