The Equalizer 3, le riprese si concludono con gli spari nella notte

Stanno per giungere alla loro conclusione le riprese del film “The Equalizer 3” ad Atrani ed in Costiera Amalfitana.

Nell’ultima settimana le riprese della pellicola statunitense che punta a divenire un vero e proprio colossal, si sono svolte principalmente nella cittadina di Atrani e quasi interamente in notturna.

Da martedì fino a domani, ultimo giorno di riprese, infatti, dalla prima serata, fino alle 4 del mattino, la cittadina si sta trasformando in un set notturno a cielo aperto di scene nelle quali il film mostrerà sicuramente la sua capacità di tenere incollati al grande schermo gli appassionati dal cinema.

Nelle scorse notti, infatti, ad Atrani sono andate in onda scene di esecuzioni, che hanno visto, non a caso, l’utilizzo di armi da fuoco.

Un evento, quest’ultimo, che per le sue caratteristiche insolite è stato anche preannunciato alla cittadinanza dall’amministrazione comunale, proprio con lo scopo di far dormire, per così dire, agli atranesi che abitano nei pressi del set, sonni tranquilli, seppur intervallati, molto frequentemente da ben più di qualche sparo.

Tanti gli abitanti del luogo che, ovviamente, incuriositi dalle scene d’azione, hanno sbirciato al di là delle persiane per cogliere indiscrezioni su quella che sarà una pellicola che, pur non menzionando esplicitamente nella trama la Costiera Amalfitana, contribuirà alla sua notorietà internazionale.

Pur essendo durate poco più di un mese, si può dire che le riprese di “The Equalizer 3” si siano svolte in tutte le condizioni climatiche, da quelle estive sino a quelle invernali degli ultimi giorni, facendo emergere in tutto il suo fascino i paesaggi della Costa d’Amalfi, e introducendo nella trama, seppur velatamente, perfino alcune delle sue tradizioni religiose, come nel caso della processione della Maddalena ad Atrani che sarà parte integrante della trama del film.

minori-film

Riprese, quelle del colossal americano, in cui non sono mancati momenti di tensione ed apprensione, come nel caso della morte di un addetto al catering del film, avvenuta nella sera del 31 ottobre a Maiori, da cui, poi, è emersa la presenza di più persone coinvolte in un potenziale traffico di stupefacenti sul quale stanno indagando senza sosta gli inquirenti.

Tante ombre ma anche tanti momenti di “luce”, tante occasioni di incontro tra gli attori protagonisti, in particolare Denzel Washington e Dakota Fanning, con il territorio, la sua gente e le sue eccellenze, soprattutto quelle enogastronomiche.

E non sono mancati, infatti, altri momenti nei quali i borghi della Costiera, i loro vicoletti, e soprattutto le loro piazzette sospese tra cielo e mare, sono stati protagonisti di riprese che hanno rappresentato scene di banchetti, quasi assimilando la convivialità tipica del nostro territorio.

Una grande occasione per il territorio della Costiera, che ha avuto ed avrà, certamente, importanti ricadute sia in termini di visibilità che economiche: per tutti i dettagli, però, bisognerà aspettare ancora poco meno di un anno: solo nel settembre del 2023, infatti, sarà possibile capire la portata del fenomeno “The Equalizer 3”.

Ma, stando a quanto accaduto in questo tempestoso mese di riprese, l’impressione è che la pellicola sia sulla buona strada per riscuotere un grande successo.