Rete Ospedaliera: per Cava, Castiglione, Da Procida e San Severino «ruolo rilevante»

In merito a quanto apparso oggi su numerosi quotidiani provinciali ed in particolare al timore che l’Ospedale Santa Maria Immacolata dell’Olmo di Cava de Tirreni sia “prossimo a scadere”, interviene con una nota il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi di Aragona.

«L’Azienda ospedaliera universitaria rappresenta per la provincia di Salerno il punto di riferimento per l’assistenza ospedaliera di alta specializzazione, per la ricerca e per la didattica – spiega il direttore generale Giuseppe Longo – Il nuovo ospedale nasce sia per migliorare ulteriormente tali funzioni, sia per realizzare un innovativo modello a rete integrata in cui gli ospedali costituenti l’A.O.U.I., quali l’Ospedale di Santa Maria Immacolata dell’Olmo, di Mercato San Severino, l’ospedale Da Procida e di Castiglione di Ravello assumeranno un ruolo sempre più rilevante nell’erogazione di tali attività».    

«Sarà mio compito – chiarisce ancora il Direttore Generale – nel periodo temporale assegnatomi, valorizzare al massimo le professionalità ed il ruolo delle singole strutture sanitarie costituenti l’Azienda ospedaliera universitaria, creando a tal fine tutte le condizioni per la realizzazione del modello di rete aziendale integrato»

«Sul Viadotto Gatto verifiche soddisfacenti». Lo rende noto il comune di Salerno

L'Amministrazione Comunale di Salerno con l'ingegner Elvira Cantarella, ha ricevuto ieri, giovedì 16 agosto, dalla società specializzata Istemi i primi riscontri delle verifiche eseguite...

«Pertanto – conclude Longo – più che di una prossima scadenza degli ospedali aziendali, dobbiamo parlare di piena funzionalità di ogni presidio sanitario rispetto ai compiti assegnati dalla programmazione regionale».