Rete Ospedaliera: per Cava, Castiglione, Da Procida e San Severino «ruolo rilevante»

In merito a quanto apparso oggi su numerosi quotidiani provinciali ed in particolare al timore che l’Ospedale Santa Maria Immacolata dell’Olmo di Cava de Tirreni sia “prossimo a scadere”, interviene con una nota il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi di Aragona.

«L’Azienda ospedaliera universitaria rappresenta per la provincia di Salerno il punto di riferimento per l’assistenza ospedaliera di alta specializzazione, per la ricerca e per la didattica – spiega il direttore generale Giuseppe Longo – Il nuovo ospedale nasce sia per migliorare ulteriormente tali funzioni, sia per realizzare un innovativo modello a rete integrata in cui gli ospedali costituenti l’A.O.U.I., quali l’Ospedale di Santa Maria Immacolata dell’Olmo, di Mercato San Severino, l’ospedale Da Procida e di Castiglione di Ravello assumeranno un ruolo sempre più rilevante nell’erogazione di tali attività».    

«Sarà mio compito – chiarisce ancora il Direttore Generale – nel periodo temporale assegnatomi, valorizzare al massimo le professionalità ed il ruolo delle singole strutture sanitarie costituenti l’Azienda ospedaliera universitaria, creando a tal fine tutte le condizioni per la realizzazione del modello di rete aziendale integrato»

Giulia Cavaglià Uomini e Donne: chi è la corteggiatrice di Lorenzo Riccardi

Si è fatta notare e ha fatto molto parlare di sè la bella Giulia Cavaglià corteggiatrice di Lorenzo Riccardi. Giulia Cavaglià Uomini e Donne: chi è la...

«Pertanto – conclude Longo – più che di una prossima scadenza degli ospedali aziendali, dobbiamo parlare di piena funzionalità di ogni presidio sanitario rispetto ai compiti assegnati dalla programmazione regionale».