Repubbliche Marinare, il mister La Padula dopo il successo di Genova: «Ecco perché Amalfi ha vinto»

E’ stata una vittoria entusiasmante e che ha toccato le corde dell’anima quella che Amalfi ha ottenuto domenica scorsa alle 63esima edizione della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare che nel 2018 si è disputata nello specchio d’acqua di Genova.

Il mister del Galeone azzurro Antonio La Padula ha raccontato i segreti che hanno condotto i suoi ragazzi ad ottenere questa fantastica vittoria: «I ragazzi hanno fatto la cosiddetta gara perfetta, quella concordata durante la fase di preparazione e applicata nei minimi dettagli durante la regata».

Vinci casa 29 marzo

Vinci Casa, i numeri vincenti di oggi 16 Giugno. Vinta una casa!

Volete vincere una casa per la vita? Se il vostro sogno è questo allora non vi resta che tentare la sorte con Vinci Casa, il...

Non solo quindi tecnica e forza ma anche tattica nella fase di avvicinamento alla manifestazione. Gli atleti di Amalfi sapevano che gli avversari da osservare con maggiore attenzione erano proprio i padroni di casa. E su di loro è stata fatta la gara:«Ho iniziato a studiarli – spiega La Padula – e ho notato che la loro palata, a livello di lunghezza di colpo, era più energica della nostra. Una buona palata, ordinata, pulita, ma molto dispendiosa. Il nostro colpo in acqua, invece, era più elastico, un po’ più corto, ma molto più agile. Tra i due stili, quello di Genova era più proficuo, ma ho fatto una valutazione: il loro tipo di colpo, per quanto efficace, non avrebbe retto per tutti i 2000 metri. Per cui prima di uscire in barca ho detto ai ragazzi che nei primi 1000 metri loro andranno avanti, noi dobbiamo contenere i danni e restare a contatto. Nel secondo 1000 metri cederanno e noi, in quel momento, attaccheremo».

Un’analisi pressochè profetica, la gara infatti è andata proprio come il coach di Amalfi aveva immaginato e studiato. Il Galeone azzurro ha sofferto nella prima parte per poi mettere nel mirino Genova, per poi superarlo a pochi metri dal traguardo.

Ovviamente anche mister La Padula ha ricordato Fabio Borgese, al quale è stato dedicata la vittoria al palio remiero delle Antiche Repubbliche Marinare spiegando che «i ragazzi erano molto agguerriti, e questa motivazione ha influito».