Ravello: iniziano i preparativi per l’edizione 2018 della Via Crucis in Costume

Sono iniziati ufficialmente ieri i preparativi per la Via Crucis in costume di Ravello che si svolgerà come di consueto il giorno della Domenica delle Palme che quest’anno cade il 25 marzo.

Ieri pomeriggio alle 18.15 alla Chiesa di Santa Maria del Lacco si è infatti svolta la prima riunione pubblica per organizzare l’evento più sentito dai ravellesi. Ad accogliere tutti, adulti e bambini, è don Raffaele Ferrigno.

Ravello – Via Crucis in Costume 2013 – Gruppo Teatrale “La Ribalta” – © Foto di Walter Campisi, Andrea Gallucci, Umberto Gallucci

Per gli abitanti di Ravello la Via Crucis in costume non è solo un semplice spettacolo rievocativo, e nemmeno  una compiaciuta lettura teatrale di una verità di fede, ma come la conclusione dell’incontro ha rivelato e fortemente sostenuto, un momento della vita di Ravello, forse uno dei più importanti non solo dal punto di vista liturgico,  ma soprattutto sociale, chiara testimonianza  del senso di comunità, di appartenersi ed appartenere ad un territorio.

Ricette Prova del Cuoco: riso soffiato ai due cioccolati

La ricetta del riso soffiato ai due cioccolati, proposta dalla cuoca Natalia Cattelani, tre le varie ricette Prova del Cuoco, è una preparazione ideale...

Ancora una volta l’organizzazione dell’evento sarà nelle mani dell’Associazione Ravello in Scena, sotto la guida del presidente Alfonso Mansi, combattivo, generoso ed entusiasta come un crociato. Alfonso Mansi si imbarcherà coraggiosamente nella corsa ai preparativi, nel tourbillon dei dettagli di regia, dei ruoli da affidare, delle cose da cambiare o migliorare.

Grande sostegno arriva per lui  dal primo cittadino di Ravello, Salvatore Di Martino, che ribadisce l’obiettivo di istituzionalizzazione dell’evento e dal direttore di Villa Rufolo,  Secondo Amalfitano, che sottolinea anche il supporto della Fondazione Ravello,  invitando  alla coesione e al superamento di inutili e sterili polemiche.

Al di là del lato tecnico/ organizzativo, i veri protagonisti della riunione sono stati la partecipazione e la voglia che animano quanti hanno interrotto la “ liturgia canonica” della domenica, fatta magari di divano, partite e casa, o di una passeggiata con i bambini in versione carnevalesca, e sono presenti con il cuore innanzitutto, e poi con le mani e la fatica.

Ravello – Via Crucis in Costume 2013 – Gruppo Teatrale “La Ribalta” – © Foto di Walter Campisi, Andrea Gallucci, Umberto Gallucci

La data di partenza dei lavori è fissata per fine mese di febbraio: bisogna allestire l’Orto degli Ulivi, il Sinedrio, le donne penseranno ai costumi, altri a stabilire gli orari e i giorni di prova. Ma soprattutto bisogna lavorare ricordando che la Via Crucis appartiene alla memoria e alla tradizione di Ravello, e questi due elementi non hanno data di scadenza o un genitivo sassone.