Ravello: Domenica delle Palme la caratteristica via Crucis in costume

Ravello - Via Crucis in Costume 2013 - Gruppo Teatrale "La Ribalta" - © Foto di Walter Campisi, Andrea Gallucci, Umberto Gallucci

Il 14 aprile, Domenica delle Palme, Ravello si trasformerà in un palcoscenico itinerante in occasione della suggestiva Via Crucis in costume.

La Via Crucis inizierà alle 20.00 da piazza Fontana Moresca. Qui saranno allestite le prime due scene del percorso: l’orto degli ulivi, dove Gesù ammaestra le folle, a seguire l’angoscia del Getsemani, e poi il Sinedrio, luogo in cui Gesù verrà processato e condannato dai sacerdoti e da Caifa, sommo sacerdote.

Il corteo si snoderà poi lungo viale Gioacchino d’Anna per raggiungere piazza San Giovanni del Toro dove saranno allestite altre due scene: il Pretorio di Pilato (sul sagrato della chiesa di San Giovanni del Toro) ed il luogo in cui la Madonna incontra l’apostolo Giovanni che la condurrà da Gesù, ormai sul punto di essere condannato dal Procuratore Ponzio Pilato.

Ravello – Via Crucis in Costume 2013 – Gruppo Teatrale “La Ribalta” – © Foto di Walter Campisi, Andrea Gallucci, Umberto Gallucci

Ferragosto: ecco perchè si festeggia oggi 15 Agosto. Festeggiamenti e auguri

Oggi 15 Agosto si festeggia Ferragosto. A differenza di quel che si può pensare, l'origine della festa è antichissima. Ferragosto: ecco perchè si festeggia oggi 15 Agosto Già ai...

È esattamente da Piazza San Giovanni del Toro che hanno inizio le stazioni della Via Crucis: la prima, Gesù è condannato a morte, la seconda  stazione, Gesù è caricato della croce, la terza, Gesù incontra sua madre.

Il corteo poi avanzerà lungo Via dell’Episcopio e Viale Richard Wagner dove avranno luogo altre 2 stazioni: la quarta, in cui Gesù cade per la prima volta, e la quinta stazione, in cui Gesù cade per la seconda volta. Il corteo prosegue poi lungo Via Roma.

In Piazza Duomo saranno allestite le location di maggiore intensità drammatica: il pianto della pia donna che eleva una preghiera di incoraggiamento alla salita sul Calvario di Gesù, ed il pentimento di Giuda, che lo spingerà ad impiccarsi al ramo di un ulivo.

Il corteo nel frattempo raggiungerà piazza Duomo attraverso Via della Marra. E’ qui, nella sesta stazione, che la Veronica asciuga il volto di Gesù. Nella settima stazione, Gesù è aiutato dal Cireneo a portare la Croce. In seguito, ottava stazione, Gesù cade per la terza volta.

Ravello – Via Crucis in Costume 2013 – Gruppo Teatrale “La Ribalta” – © Foto di Walter Campisi, Andrea Gallucci, Umberto Gallucci

Da questo momento in poi inizierà la salita verso il Golgota, suggestivamente allestito sul sagrato del Duomo di Ravello. Si tratta di una delle scene più spettacolari e toccanti di tutta la Via Crucis. Qui Gesù viene spogliato delle vesti, undicesima stazione, innalzato sulla Croce tra i due ladroni, e deriso dai passanti.

Il tutto culmina con un altro momento di grande impatto emotivo: la dodicesima stazione, che segna la morte di Gesù in Croce. Questa stazione invita al raccoglimento con una preghiera che coinvolge tutti i presenti. Si proseguirà poi con la tredicesima stazione: Gesù è schiodato dalla Croce e consegnato a sua madre.

Ravello – Via Crucis in Costume 2013 – Gruppo Teatrale “La Ribalta” – © Foto di Walter Campisi, Andrea Gallucci, Umberto Gallucci

Anche qui il momento è particolarmente toccante: il corpo esanime di Gesù viene restituito alla madre ‘dolorosa’, sulle note dello “stavi o Madre” del compianto maestro ravellese Mario Schiavo.

Quindi si prosegue verso la chiesa di Santa Maria a Gradillo, dove è allestito il sepolcro. Qui si svolgerà la quattordicesima ed ultima stazione. Gesù è posto nel sepolcro, tra le lacrime di dolore della Madre, delle pie donne e  dell’Apostolo Giovanni, struggente finale della Via Crucis in costume di Ravello.

Per i tanti che si recheranno a Ravello in occasione della Via Crucis, ricordiamo che lungo tutto il percorso della manifestazione ci sarà divieto di transito e di sosta. Le aree consigliate per il parcheggio auto sono: parcheggio piazza Duomo, parcheggio Auditorium “Oscar Niemeyer”, strisce blu in via della Repubblica, Via della Marra.

Inoltre è fatto assoluto divieto di scattare foto con flash, di anticipare il corteo, di invadere le aree transennate. È richiesto di spegnere i telefonini e di osservare il massimo silenzio.