Ravello firmerà il Protocollo d’Intesa per la costituzione della Rete campana delle fototeche

Venerdì 15 giugno alle 10.30 sarà sottoscritto, alla Sala Marcello Torre del Palazzo della Provincia di Salerno, il Protocollo d’Intesa per la costituzione della Rete campana delle fototeche, raccolte e archivi fotografici a cui parteciperà anche il Centro Universitario Europeo dei Beni Culturali di Ravello.

Saranno diciassette coloro che si appresteranno a sottoscrivere il documento che rappresenta la concretizzazione dei proponimenti e degli impegni assunti nell’ambito del Censimento delle raccolte e degli archivi fotografici in Italia, coordinato dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del MiBACT con il sostegno di Camera, Centro Italiano per la Fotografia, e presentato il 30 gennaio scorso, presso l’Archivio di Stato di Salerno, dall’associazione culturale IL DIDRAMMO/Museo Didattico della Fotografia.

La sottoscrizione si aprirà con i saluti del Presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora e dalla Responsabile degli Archivi di Camera-Centro italiano per la Fotografia di Torino Barbara Bergaglio. A seguire la presentazione dell’accordo di Rete, degli impegni e dei risultati che si intendono perseguire, quindi la sottoscrizione del protocollo cui aderiranno diverse realtà attive in regione nel campo della tutela e conservazione del patrimonio fotografico.

Ascolti tv 16 giugno: buon risultato per il programma di Gigi Proietti “Cavalli di...

Ottimi risultati ha fatto segnare in fatto di ascolti tv il programma televisivo di Gigi Proietti in onda su Rai 1 tra “Cavalli di Battaglia” che ha ottenuto il 12,2% di...

A siglare il Protocollo saranno l’Associazione culturale IL DIDRAMMO/MuDiF di Montesano sulla Marcellana e Sarno che avrà il ruolo di partner Capofila in quanto promotore della Rete , l’Archivio di Stato di Benevento, l’Archivio di Stato di Salerno, l’Archivio fotografico Angelo Pesce di Torre del Greco, il Centro Guido Dorso di Avellino, il Centro Universitario Europeo dei Beni Culturali di Ravello, il Comune di Cava de’ Tirreni, il Comune di Eboli, il Comune di Salerno, il Consorzio di Bonifica Integrale Vallo di Diano e Tanagro, il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, la Fondazione CeRPs di Nocera Inferiore, il MAVI, Museo antropologico visivo irpino di Lacedonia, la Provincia di Salerno, la Società Napoletana di Storia Patria, la Società Salernitana di Storia Patria , la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno-Avellino.

Tra gli obiettivi della Rete ci sono la promozione di “concrete iniziative volte alla diffusione della cultura fotografica; la realizzazione di “iniziative stabili e riconosciute di formazione di figure professionali specifiche di settore”; la “catalogazione e la condivisione di dati catalografici riferiti al patrimonio fotografico degli enti e dei soggetti privati”; la “realizzazione di percorsi tematici trasversali, mostre virtuali e non, photogallery dedicate al patrimonio conservato da ciascun archivio o raccolta”.