Ravello Festival, domenica appuntamento la National Youth Orchestra of the Usa

Daniel Harding ritorna al Ravello Festival, manifestazione che sceglie, ancora una volta, di aprirsi ai giovani, con il primo degli appuntamenti del mese di agosto che vedrà, sul palco del Belvedere di Villa Rufolo, domenica 7 agosto, alle ore 20, la National Youth Orchestra of the Usa da lui diretta.

L’orchestra è frutto di una serie di audizioni annuali e di una residenza di formazione di due settimane organizzate dal Weill Music Institute della Carnegie Hall di New York.

Il gruppo vede protagonisti giovani di età compresa tra i 16 e i 19 anni che, dopo una prima esibizione presso la sala da concerti di Manhattan, sono stati, poi, coinvolti in un tour in tutte le principali capitali europee della musica.

Nel 2022, la giovane orchestra sta sfidando l’Europa sotto la direzione di Daniel Harding, eseguendo la Sinfonia numero 5 di Mahler, e il concerto per violoncello di Elgar, che saranno protagonisti anche del programma dello spettacolo ravellese.

Harding, che è tornato a Ravello dopo otto anni, è uno dei direttori d’orchestra più attivi ed apprezzati del panorama attuale, formatosi al fianco di Simon Rattle e di Claudio Abbado.

Quest’ultimo lo volle, appena ventenne, come proprio assistente alla guida dei Berliner Philharmoniker.

Tra l’altro, è stato dal 2007 al 2017 direttore ospite principale della London Symphony Orchestra, e, in seguito, nel 2018 è stato nominato direttore artistico dell’Anima Mundi Festival.

Ad arricchire il concerto ci sarà anche Alisa Weilerstein che, nonostante la giovane età, si sta imponendo come una delle migliori violoncelliste dei nostri tempi.

La violoncellista è conosciuta per alcune sue competenze: in particolare per la sua tecnica magistrale, per il suo coinvolgimento emotivo e per una rara profondità interpretativa.

Tutto questo le è valso, nel 2011, il prestigioso premio MacArthur Fellowship.

Oggi, la Weilerstein si esibisce in tutto il mondo in recitals, spettacoli di musica da camera, oltre che in collaborazioni con i direttori e le orchestre più importanti del panorama internazionale.

Per gli under 25 sono previsti ingressi (escluso il concerto all’Alba) al costo di appena dieci euro, acquistabili esclusivamente presso il boxoffice di Piazza Duomo, fino ad esaurimento dei posti disponibili, ovviamente previa l’esibizione di un documento d’identità. I biglietti, risultano, poi, nominativi e non cedibili.