Punta Campanella: sversava pittura e materiale edile in mare. Denunciato un uomo

E’ stato individuato e denunciato dalla Guardia Costiera dell’Ufficio Locale Marittimo di Massa Lubrense, agli ordini del Maresciallo Giovanni Provenzano, un uomo che ha sversato pittura e materiali di scarto edile in mare nel Parco di Punta Campanella.

Nella tarda giornata di ieri, a termine di una lunga attività d’indagine durata più
giorni, i militari hanno individuato e denunciato, alla competente Autorità Giudiziaria, i responsabili dello sversamento in mare delle sostanze chimiche e dei residui di prodotti edili che aveva letteralmente colorato di bianco il bellissimo e cristallino tratto di mare in località San Montano del Comune di Massa Lubrense, in piena Area Marina Protetta di Punta Campanella.

Già lo scorso 5 maggio alla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia era arrivata una segnalazione in merito ad uno sversamento di materiale edile (pittura e
solventi) in una zona ricadente nel Comune di Massa Lubrense.

Ritorna Salerno Letteratura: l’ottava edizione dal 18 al 25 luglio

L’ottava edizione di Salerno Letteratura, uno degli appuntamenti culturali più rilevanti del Mezzogiorno, si terrà dal 18 al 25 luglio.Sarà l’occasione per rimettere in...

Successivamente i militari hanno acquisito, tramite Facebook, alcune foto che confermavano l’illecito versamento in mare. Giunti immediatamente sul posto il personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Massa Lubrense ha accertato la presenza di una macchia (presumibilmente pittura bianca) in acqua che, rispetto alla segnalazione originaria, si era notevolmente dissolta lasciando in superfice una lieve iridescenza. Sul posto non c’erano persone che potevano riferire in merito ai fatti appena accaduti.

L’attività d’indagine è sfociata nell’individuazione del responsabile dello sversamento, dipendente di una ditta edile che stava svolgendo lavori di ristrutturazione presso una abitazione privata sita proprio in località San Montano del Comune di Massa Lubrense, che è stato denunciato alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata per inquinamento tramite sostanze chimiche nocive di uno dei tratti più belli della nostra costa.

“Ringraziamo la Capitaneria con la quale abbiamo uno storico e proficuo rapporto di collaborazione- dice il Presidente del Parco Marino, Michele Giustiniani- I miei complimenti al comandante Savarese e al maresciallo Provenzano per il pragmatismo che hanno fin da subito messo in atto nelle loro azioni.”

Esprime soddisfazione anche il direttore del Parco, Antonino Miccio:” Bisogna colpire con determinazione quanti continuano ad inquinare e deturpare il mare. Un plauso alla Capitaneria di Porto per la rapida risposta all’increscioso episodio accaduto all’interno dell’Area Marina Protetta”.