Pubblicano i video hot delle fidanzate, nei guai due adolescenti salernitani

Due adolescenti salernitani pubblicavano su alcuni gruppi Telegram e Whatsapp, i video hot delle loro fidanzate minorenni. Finiscono in comunità.

L’inchiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Salerno ha portato al collocamento in comunità di due adolescenti, accusati di revenge porn e diffusione di materiale pedopornografico.

Le indagini, che hanno portato alla luce un giro imponente di scambio tra adolescenti di immagini sessualmente esplicite di ragazze minorenni, sono partite da un primo episodio che ha visto protagonisti due giovanissimi. Uno dei due ha inoltrato all’amico, tramite Whatsapp, il video hot della sua fidanzata, con il chiaro intento di procurare problemi alla ragazza.

Chi è Annamaria Gallo la moglie Nino D’Angelo: età, figli, matrimonio

Annamaria Gallo è conosciuta nel mondo della musica anche per essere la moglie del cantante Nino D'Angelo.La coppia è unitissima ormai da tantissimi anni. Nonostante...

L’altro minore ha iniziato a diffondere in rete, su alcune chat, queste immagini, creando un pericoloso effetto a catena. Le verifiche su alcuni cellulari di adolescenti hanno permesso di individuare e sequestrare numerosi video pedopornografici e centinaia di foto di ragazzine in pose intime.

Su uno dei telefoni sequestrati, utilizzato da un adolescente finito in comunità, sono stati trovati i messaggi con i quali proponeva ai coetanei il baratto dei video della sua ex fidanzata: «Scambio foto della mia ex per pedo», accompagnato da una immagine hot della minorenne.

L’operazione della polizia postale ha portato alla luce, anche in Campania, il preoccupante fenomeno del sexting tra gli adolescenti: pubblicare in rete, quasi come fosse un gioco, immagini porno di minorenni conosciute.