Rischio idrogeologico: il Comune di Minori lavora ad un progetto innovativo

Dalla gestione dell’emergenza alla prevenzione continua e costante del rischio idrogeologico.

E’ questo l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Minori, che sta realizzando un percorso innovativo su questo punto.

Il sistema di prevenzione costante è fondato su dati tecnico-scientifici e su processi innovativi.

Le attività, realizzate dall’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, attraverso un accordo di collaborazione per attività di interesse comune, prevedono la definizione di un percorso tecnico-scientifico multidisciplinare e multirischio.

Questo ha lo scopo di mitigare il rischio idrogeologico mediante la realizzazione di rilievi di campo, prove in sito e di laboratorio, valutazioni ed analisi ingegneristiche avanzate degli scenari di rischio.

Queste attività, a loro volta, rappresentano la base per la realizzazione di interventi, strutturali, mirati ed integrati tra di loro: tutti sono volti a tutelare, difendere e valorizzare il patrimonio territoriale, ambientale, paesaggistico e culturale.

La tragedia di Ischia ci fa vivere un profondo dolore e ci impone di fare nuove riflessioni, anche sulla conoscenza e sulla consapevolezza dei fenomeni di dissesto idrogeologico che riguardano ampi territori della nostra Regione e del nostro Comune – afferma il Sindaco di Minori Andrea Realein cui gli Amministratori, politici ed i cittadini sono chiamati a fare uno sforzo maggiore per rispettare e difendere il territorio. In tale ottica, stiamo effettuando – già da diversi mesi – sul nostro territorio analisi scientificamente basate per pervenire ad una conoscenza del sistema fisico e della sua dinamicità, analizzando i differenti pericoli naturali che incombono sulla popolazione e sui beni esposti e, nel contempo, valutando le possibili conseguenze favorendo, in tal modo, una gestione ottimale del rischio”.

Per lo sviluppo del programma che sarà messo in campo, l’Autorità di Bacino Distrettuale si è avvalsa anche di accademici sia espressione dell’ateneo di Salerno che di quello di Napoli.