Presentato il «Travel Book» di Trenitalia: tra gli itinerari Unesco la Costiera Amalfitana

E’ stata presentata ieri da Trenitalia il «Travel Book» che comprende l’elenco e la guida dettagliata per 33 dei 54 siti considerati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e tutti raggiungibili con Trenitalia.

Tra le mete della Campania sono menzionati Napoli – il centro storico; la costiera amalfitana – Vietri sul Mare; Pompei, Ercolano e Torre Annunziata – le aree archeologiche; Caserta – la Reggia e Cilento – Paestum.

Come si legge nella presentazione di «Travel Book», si tratta di «una nuova occasione offerta dalla società di trasporto del Gruppo FS Italiane per vivere al meglio il tempo libero e incentivare un turismo sempre più sostenibile, comodo e sicuro, eliminando lo stress da traffico stradale, arrivando direttamente nel cuore dei luoghi più incantevoli d’Italia».

Lutto ad Amalfi: è morta Rosa Porpora. Due anni fa compì 100 anni

Lutto ad Amalfi per la scomparsa di Rosa Porpora, una delle nonnine centenarie della Costiera Amalfitana. L'anziana signora, che aveva 102 anni, si è...

Il «Travel Book» è disponibile anche sul sito web di Trenitalia ed elenca i siti raggiungibili con i 5000 collegamenti giornalieri dei trasporti regionali e con i 280 servizi delle Frecce.

Foto di Carmine Abbate

Trenitalia ha lanciato questa iniziativa per assecondare un trend legato ai nostri tempi: nel 2018 sono cresciuto dell’8% i viaggi per tempo libero sui treni regionali portando al 29% la quota di chi sceglie il treno per muoversi nel tempo libero. E dal momento che l’Italia vanta un numero incredibilmente alto di siti Unesco, è naturale unire l’iniziativa proprio al nostro patrimonio culturale.

La collaborazione con la Commissione Nazionale Unesco ha permesso di mettere a punto un Travel Book che spiega, per ogni sito, le ragioni che hanno spinto l’Unesco a riconoscerlo come un pezzo di Patrimonio dell’Umanità. Un riconoscimento che implica molte responsabilità, prima tra tutte la cura e la tutela da ogni attacco , manomissione, tradimento culturale. Presto arriverà anche un’edizione in inglese, per accompagnare il flusso dei turisti dall’estero, anche questo in aumento.