Positano uno dei luoghi più belli al mondo. Parola della CNN

La CNN, famosa emittente statunitense, ha elogiato la bella Positano come “uno dei luoghi più belli al mondo”.

Da sempre una delle mete più amate dai visitatori di ogni nazione, Positano è stata descritta dalla CNN come “una destinazione perfetta per una fuga estiva”, non solo per i suoi paesaggi e per gli incredibili scorci, ma anche per altre caratteristiche, molte volte messe da parte, come: la moda, la sua architettura e il suo incredibile passato.

Nel suo articolo, infatti, la CNN sottolinea come la bellezza di Positano abbia fin dall’antichità attirato i primi “turisti” della storia  e in questo contesto pone la sua attenzione sul Museo Archeologico Romano.

Questo Museo conserva una sfarzosa villa di epoca romana che permette ai visitatori di compiere un vero e proprio viaggio nel tempo.

La villa, venuta alla luce sotto l’oratorio della Chiesa di Santa Maria Assunta, sepolta dall‘eruzione del 79 d.C., oggi è una importante testimonianza del passaggio dell’elitè romana sulle coste del Golfo di Napoli e della Penisola Sorrentina.

Qui, infatti, si riversavano i ceti più abbienti alla ricerca di pace dalla vita caotica della Urbe costruendo dimore lussuose abbellite da giardini e affreschi mozzafiato; richezze che oggi costituiscono un tesoro senza eguali.

Ma la CNN si concentra anche sul presente sottolineando l’unicità della Chiesa di Santa Maria Assunta.

L’edificio, simbolo di Positano, è ben visibile da ogni angolo grazie alla straordinaria cupola maiolicata nei toni del giallo, del verde e del blu: una vera e propria opera d’arte da scovare tra le miriadi di edifici colorati che si scagliano sul mare.

Ed è sul mare, più precisamente sulla spiaggia di Marina Grande, che si respira la tipica atmosfera mondana: costellata di locali di ogni genere non è raro incontrare star internazionali attirate dalla bellezza unica della città.

Unicità che è caratterizzata soprattutto da uno stile senza eguali: la famosissima “Moda Positano” ,padrona delle innumerevoli boutique della città, dagli anni Cinquanta a questa parte con i suoi lineamenti leggeri, i tessuti colorati e svolazzanti catapulta i visitatori in un’altra realtà.

Sottolinea questa caratteristica quasi utopica della città verticale il premio Nobel John Steinback che descrive  Positano come “un posto da sogno che non sembra vero finché non ci siete, ma di cui sentite con nostalgia tutta la profonda realtà quando l’avete lasciato.