Positano Premia la Danza: il 7 settembre protagonisti Nacho Duato e Svetlana Zakharova

La Spiaggia Grande di Positano ospiterà sabato 7 settembre la 47esima edizione di “Positano Premia la Danza – Lèonide Massine”.

La Spiaggia Grande e il sito archeologico della Villa Romana ospiteranno due giorni di eventi con un omaggio a Pina Bausch nel decennale della scomparsa, curato da Leonetta Bentivoglio. Si conferma infatti anche quest’anno il legame del prestigioso premio con l’archeologia e con la valorizzazione dello splendido sito della Villa Romana e quindi del MAR – Museo Archeologico Romano Santa Maria Assunta.

Si rinnova anche la collaborazione con il Teatro di San Carlo di Napoli, che vanta la prima scuola di ballo di un teatro d’opera italiano, fondata nel 1812: per gentile concessione del Museo e Archivio Storico della Fondazione Teatro di San Carlo, dal 2017 il simbolo della manifestazione è anche quest’anno un bozzetto di scena di Paolo Ricci realizzato per il balletto PETRUSHKA, riprodotto in carta pergamenata.

Francesco Paolantoni: chi è, età, moglie, carriera, curiosità e vita privata

Francesco Paolantoni è uno dei comici più conosciuti e apprezzati della televisione e del teatro italiani. Grazie alla sua ironia e alla sua simpatia ha...

Quest’anno il più antico riconoscimento del mondo della danza premia due grandi étoile del mondo della danza: Nacho Duato e Svetlana Zakharova. Nello specifico al ballerino-coreografo spagnolo sarà conferito il premio alla carriera mentre alla stella della Scala e del Bolshoi  il premio ballerina dell’anno

Con Nacho Duato e Svetlana Zakharova saranno premiati anche, per l’alta formazione, Gilbert Raymond Mayer, faro della scuola francese e nell’ambito del gemellaggio con il Prix Benois di Mosca, Vadim Muntagirov (Royal Ballet). Il premio Luca Vespoli va al direttore del Museo Archeologico di Napoli Paolo Giulierini.

Gli altri “danzatori dell’anno” sono Jacopo Tissi (Teatro Bolshoi), Mattia Semperboni (Teatro alla Scala), Marlen Fuerte (Ballet dell’Opéra de Nice – Ballet Víctor Ullate, Madrid), Salvatore Manzo (Teatro San Carlo di Napoli), Luna Cenere (performer- Festival Oriente Occidente. Premio Giovane Speranza italiana sulla scena internazionale a Camilla Mazzi (Balletto Mariinsky di San Pietroburgo).

Per il quarto anno è coordinatore della giuria (e consulente artistico) il direttore della rivista BALLET2000 Alfio Agostini. La giuria è composta invece da Valeria Crippa (Corriere della Sera), Leonetta Bentivoglio (La Repubblica), Gerald Dowler (The Financial Times/Dancing Times), Jean Pierre Pastori (La Tribune/Fondazione Béjart), Roger Salas (El País), oltre al direttore artistico Laura Valente. Con Nina Loory, direttore artistico del Prix Benois di Mosca, Valente ogni anno assegna il premio Massine/Benois Mosca/Positano.

“Salutiamo un’edizione straordinaria del Premio che accoglie e rende omaggio a due divi della danza mondiale presentando un programma di altissimo livello – dichiara Michele De Lucia, sindaco di Positano -. Da Léonide Massine a Rudolf Nureyev, i cui luoghi dell’anima furono l’Isola dei Galli e Positano, una storia millenaria racconta la fascinazione di un territorio che ha ispirato geni immortali dell’arte coreutica.Sono particolarmente orgoglioso della rete di sistema creata negli ultimi anni, che ha messo in relazione i premi di danza internazionali più prestigiosi, che ha dato ai giovani delle opportunità con il progetto Winter&Young e che ha finalmente proiettato Positano in un futuro di bellezza non solo paesaggistica ma anche culturale nel senso più ampio del termine”.

Nel gala sulla spiaggia si esibiranno primi ballerini dalla Russia, Cuba, Israele, Svizzera, Australia, Inghilterra Spagna, Francia, Kirghizistan, Ucraina, Italia.La direzione artistica del premio è di Laura Valente.

“Positano Premia la danza – Léonide Massine” è un progetto organizzato dal Comune di Positano, co-finanziato dalla Regione Campania, con i fondi a valere sul “Programma Operativo Complementare” (POC) Campania 2014-2020.

IL PROGRAMMA

Positano torna “città della danza” con il tradizionale Gala degli Artisti Premiati sulla Spiaggia Grande, ma anche con incontri e installazioni che attraggono, come ogni anno, visitatori e appassionati da ogni parte del mondo.

Venerdì 6 settembre

18.00 Cripta Villa Romana

Conferenza stampa e incontro pubblico con i premiati della 47esima edizione del Premio Positano Léonide Massine.

19.00 Pinacoteca Comunale – Spiaggia Grande

Inaugurazione Mostra La Villa Romana di Positano

“Storia di una scoperta archeologica e del suo Museo”. Le tappe più significative della storia della Villa Romana sono illustrate in pannelli suddivisi in ‘ieri, oggi e domani’ per scoprire come i romani sapevano esaltare le peculiarità paesaggistiche, le stesse che oggi fanno da scenografia a spettacoli coreutici di altissimo livello.

———-

Sabato 7 settembre

18.00 Villa Romana

Presentazione VIDEO RITRATTO: “Caffè con Pina”, a cura di Leonetta Bentivoglio.

Alla proiezione di “Coffee with Pina” della regista e artista israeliana Lee Yanoor, la giornalista di Repubblica, amica personale e biografa di Pina Bausch, ricorda la grande coreografa tedesca a dieci anni dalla scomparsa.

La visita all’installazione sarà inclusa nel percorso del MAR (fino alle 21.00).

21.00 Spiaggia Grande – Gala Premio POSITANO 2019

———–

Premio alla Carriera

Nacho Duato

Danzano in suo onore:

Sara López Fernández (Compañía Nacional de Danza, Madrid)

Erez Ilan (Compañía Nacional de Danza, Madrid)

PremioBenois/MassineMosca/Positano
Vadim Muntagirov (Royal Ballet, Londra)

———

Premio Positano ai danzatori dell’anno sulla scena nazionale e internazionale:

Jacopo Tissi (Teatro Bol’šoj, Mosca)

Mattia Semperboni (Teatro alla Scala, Milano)

Marlen Fuerte (Ballet dell’Opéra de Nice – Ballet Víctor Ullate, Madrid)

Salvatore Manzo (Teatro San Carlo di Napoli)

Luna Cenere (performer- Festival Oriente Occidente)

———

Premio “per l’insegnamento” Gilbert Mayer

Danzano in suo onore:

Bianca Scudamore (Opéra de Paris)

Francesco Mura (Opéra de Paris)

———

Premio Giovane Speranza italiana sulla scena internazionale:

Camilla Mazzi (Balletto Mariinsky di San Pietroburgo)

Danza con

Ramanbek Beishenaliev (Balletto Mariinsky di San Pietroburgo)

———

Chiude la serata

Premio speciale “Ballerina dell’Anno”

Svetlana Zakharova (Teatro Bol’šoj, Mosca/ Teatro alla Scala,Milano)

che danza con Jacopo Tissi.

Premio speciale “Luca Vespoli” 2019 del Comune di Positano a Paolo Giulierini “per la gestione ‘performativa’ del Museo Archeologico Nazionale di Napoli divenuto con la sua direzione un autentico hub culturale”. Tra i simboli della nuova sezione Magna Grecia, riaperta dopo 20 anni, le lastre delle Danzatrici di Ruvo. A dicembre la grande mostra Thalassa sull’archeologia marina nel Mediterraneo racconterà anche le meraviglie delle ville costiere. La valorizzazione della Villa Romana di Positano vede nel MANN un formidabile partner.