Positano “I Love You”: città calamita per investitori esteri

La casa dei sogni è a Positano. Avere una dimora nella Città Verticale è il sogno delle Mille e una Notte dei turisti stranieri. Il borgo costiero è il sogno proibito più grande per gli investitori esteri in Italia. Nella Città Verticale le visite degli stranieri pesano per il 72% delle richieste totali.

In occasione dell’inizio dell’estate, l’Ufficio Studi di idealista, portale immobiliare leader per sviluppo tecnologico in Italia, ha stilato la classifica delle località sotto i 5 mila abitanti più apprezzate dagli stranieri per l’acquisto di una casa.

Per realizzare lo studio, idealista ha misurato l’origine delle visite ricevute dalle abitazioni in vendita sul proprio portale nei comuni con meno di 5mila abitanti, negli ultimi tre mesi. Lo studio è stato elaborato tenendo conto delle località che hanno ottenuto un numero di visite superiore alle 5mila nel periodo di analisi, un numero di interazioni ritenuto sufficientemente attendibile per una valutazione corretta del fenomeno.

Secondo l’analisi condotta da idealista, sono 41 le località dove l’interesse all’acquisto dell’abitazione della componente straniera supera la quello degli italiani.

Nella classifica rientrano anche le località di Ravello e Amalfi, che con Positano tengono alta la bandiera della Campania in Italia. Qui gli indici di gradimento calano, rispettivamente, al 53 e 50 percento.

Alle spalle della Città Verticale, completano il podio Campione d’Italia (Como), e Portofino (Liguria), entrambe con il 65% di visite totali provenienti dall’estero. A seguire, troviamo Tignale (Brescia) e Apricale (Imperia) con il 64% delle ricerche straniere. Il successivo borgo della lista è Perinaldo (Imperia), sempre nell’entroterra di Imperia, con il 63% delle ricerche, seguito dalle località lacustri di Colonno (Como) con il 62%, Tremosine (Brescia) con il 61%, Brienno (Como) e Oggebbio (Verbano-Cusio-Ossola) entrambe con il 60%. Anche lo storico borgo di Maenza (Latina), raccoglie la stessa percentuale di visite, 60%.