Pompei: turista inglese sorpresa a rubare mosaico. Danni per 3 mila euro

Il Vesuvio visto dagli Scavi di Pompei - Foto by caterina_pagliarin

Voleva portarsi a casa un pezzo di storia, un pezzo di quella che è la città antica più famosa al mondo: Pompei.

Ha infatti dell’incredibile quello che è accaduto nel noto sito archeologico napoletano. Ieri una turista inglese di appena 21 anni in vista a Pompei con la famiglia, è riuscita a a staccare alcuni pezzi di un mosaico che compone il pavimento molto pregiato della domus dell’Ancora.

La ragazza, dopo aver scavalcato il cordolo di sicurezza che circonda il mosaico, ha iniziato a staccare con un oggetto appuntito alcune tessere del mosaico della domus che si trova nella Regio VI, Insula X, civico 7. Al termine dell’operazione da donna è riuscita a sollevare con facilità ben tre pezzi del mosaico ( dalla grandezza di 8×8 millimetri) e a nascondere poi la refurtiva nello zaino.

Chi è Eva Grimaldi Tale e Quale show: moglie, età, curiosità e carriera

Eva Grimaldi è una delle attrici più amate e conosciute della televisione e del cinema italiano. Chi è Eva Grimaldi Tale e Quale show: moglie,...

La scena è stata notata da uno dei custodi che ha prontamente allertato i carabinieri. La ragazza è stata quindi fermata dalle forze dell’ordine apposte, per motivi di sicurezza, sia all’interno che all’esterno del sito archeologico.

La turista è stata subito portata negli uffici dei Carabinieri a Porta Marina Inferiore per essere identificata e denunciata in stato di libertà per danneggiamento e ora dovrà rispondere di furto e danneggiamento aggravato. Il direttore del parco Massimo Osanna ha stimato il danno in tremila euro.

Ancora una volta l’intervento delle forse dell’ordine ha evitato che reperti di interesse storico e culturale venissero sottratti in maniera illegale da uno dei siti archeologici più importanti del mondo ma anche uno di quelli più appetibili agli occhi dei malintenzionati

Soltanto lo scorso maggio è stata arrestata una coppia di turisti francesi accusati di essere ladri di tesori d’arte degli Scavi di Pompei. Anche in quel caso i carabinieri, su segnalazione di un custode, fermarono i turisti mentre stavano scavando per saccheggiare i cocci preziosi. I due erano riusciti ad impossessarsi di 13 frammenti di reperti archeologici e di un marmo di un affresco di epoca romana.