Minori, The Equalizer 3: il compenso per l’ente dalla società cinematografica

Minori, Polizia Locale per The Equalizer. Il compenso per l’ente. 9mila euro in favore del comune di Minori da parte della società cinematografica che cura gli interessi di The Equalizer. Il compenso è giustificato per coprire i costi del servizio non essenziale rese dalla Polizia Locale. A essere coinvolti sette operatori.

Saranno destinate a incrementare le risorse relative all’incentivazione della produttività e corrisposte a sette operatori che hanno reso le prestazioni per i servizi richiesti. Un intero territorio, quello della Divina, che si è prestato – come già diverse altre volte in passato – a set cinematografico en plein air.

Diversi i dispositivi di traffico tra i vari comuni. Che, di volta in volta – da Atrani a Maiori passando per Minori e Amalfi – hanno richiesto un gran numero di addetti ai lavori. Nella località di Minori, precisamente, sono stati sette gli operatori di polizia impegnati – anche di notte – in regime di extra-funzionalità negli orari e nei giorni di riprese. Questi sono stati coinvolti nello svolgimento del lavoro, al fine di assicurare i provvedimenti del traffico adottati per consentire le riprese cinematografiche in esterna, così come descritto dalla società.

Le riprese a Minori sono partite il 27 e 28 ottobre scorso e riprese nella seconda settimana di novembre – dal 10 al 14 -, dalle ore 18 fino alle 4 del mattino.

Il 18 novembre scorso, come abbiamo raccontato qui, gli ultimi ciak in Costiera Amalfitana.