Piú di 100 richieste di aiuto in un anno: ecco il bilancio 2019 del CNSAS

Il Soccorso Alpino e Spleleologico della Campania ha reso noto il bilancio della propria attività relativa all’anno 2019.

Durante il corso dello scorso anno sono state contate dal CNSAS ben 100 richieste di interventi di varia natura: c’è stato chi ha perso l’orientamento in luoghi più o meno impervi, chi si è allontanato da casa, chi è caduto o scivolato su sentiero, chi ha avuto necessità all’interno di una grotta, oppure in parete.

In totale ben 128 persone hanno richiesto e ricevuto il nostro aiuto, impegnando i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania per 721 ore complessive.

Iasa fra le big della Campania: l’azienda salernitana premiata da Industria Felix Magazine

La Iasa, l'azienda di trasformazione ittica salernitana, è stata premiata fra le eccellenze della regione Campania.La società che fa capo ai fratelli Di Mauro...

I mezzi di servizio e personali hanno percorso oltre 25.000 km in giro per la Regione e l’elicottero del servizio HEMS 118 ha speso varie decine di ore di volo per gli interventi per i quali era necessario l’elisoccorso, senza contare le ore fornite dai velivoli di Polizia di Stato ed Aeronautica Militare.

Un’attività, questa degli interventi, che il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania porta avanti contestualmente alle decine di addestramenti ed eventi formativi a cui sono chiamati i tecnici, in aggiunta ai vari momenti e incontri di prevenzione organizzati sul territorio con il supporto dei Parchi, delle sezioni CAI e di tante altre associazioni.

Naturalmente non possiamo non ricordare anche il contributo dei singoli cittadini che, con la partecipazione, con l’organizzazione, con donazione di mezzi e in tante altre forme, da anni ci supportano.