Piero Ferrari in Costiera: per l’imprenditore sosta gastronomica alla Torre Normanna / Foto

Non è di certo passato inosservato il grande yacht “Race” ormeggiato in rada a Maiori. Lo yacht, un Riva di 50 metri, appartiene a Piero Ferrari, imprenditore e dirigente sportivo italiano dell’omonima casa automobilistica.

E difatti, come dimostrano le foto inviate alla nostra redazione, Piero Ferrari si trova proprio in Costiera Amalfitana in vacanza con la moglie.

Ferrari ha pranzato, su consiglio di Lello Apicella, proprietario del ristorante “Lo Smeraldo” a Maranello, alla Torre Normanna di Maiori.

Anna e Gennaro Temptation Island: cos’è successo al falò di confronto

Gennaro Mauro e Anna sono due dei protagonisti di questa edizione di Temptation Island programma condotto da Alessia Marcuzzi.Lui è nato nel 1989 e vive a...

Qui Piero e consorte hanno gustato le prelibatezze a base di portate di mare del locale dei fratelli Proto, allietati anche da serenate.

Piero Ferrari è l’unico figlio vivente di Enzo Ferrari, dal momento che suo fratellastro Dino morì.

Fin da piccolo si appassiona e viene iniziato alla meccanica, anche se al contrario di quanto parrebbe normale nel suo caso, non nelle officine di Maranello, ma nella bottega del riparatore di biciclette vicino di casa, con l’aiuto del quale riesce a costruirsi, da ragazzino, un velocipede.

Diplomatosi perito industriale con specializzazione in meccanica nel 1964, presso l’Istituto tecnico industriale Fermo Corni di Modena, l’anno successivo Piero entra nell’azienda paterna e il 13 settembre 1969 viene eletto nel consiglio di amministrazione della Ferrari.

Nel 1998 fonda a Modena la High Performance Engineering, un’azienda di progettazione ingegneristica volta a studiare soluzioni tecniche avanzate nei settori motociclistico e automobilistico, particolarmente nella progettazione, calcolo e produzione di componenti per motori ad alte prestazioni e nello stesso anno inizia a dedicarsi al risanamento dell’azienda aeronautica Piaggio Aero Industries reggendone la presidenza dal 1998 al 2014.

Per queste sue attività ha ricevute la laurea honoris causa in ingegneria aerospaziale dall’Università degli Studi di Napoli Federico II nel 2004, e la laurea honoris causa in ingegneria industriale meccanica dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel 2005.

Dal 1998 al 2001 è stato presidente della Commissione Sportiva Automobilistica Italiana.