Piera Maggio: età, lavoro e vita privata della mamma di Denise Pipitone

Piera Maggio è tristemente nota alla cronaca nazionale per essere la mamma di Denise Pipitone, la bambina di 4 anni scomparsa a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani il 1 settembre del 2004.

Chi è Piera Maggio: età, lavoro e vita privata della mamma di Denise Pipitone

Della biografia di questa donna forte e determinata, che mai, neanche per un attimo, ha smesso di cercare sua figlia, non sappiamo praticamente nulla tranne che è nata alla fine degli anni ’60.

Piera Maggio vive a Mazara del Vallo in Sicilia ed è convolata a nozze con Piero Pulizzi, il papà di Denise. La donna è inoltre molto attiva sui social network (sia Instagram che Facebook) condividendo foto e messaggi orientati sempre alla ricerca di Denise.

Covid Campania: sono 257 i nuovi positivi. Tutti i dati di oggi 9 giugno

Puntuale come ogni giorno da mesi, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato il bollettino relativo ai nuovi contagi da Covid-19. Oggi si contano...

Di lei sono note soltanto le vicende familiari legate al caso che ha coinvolto la piccola. Ancora oggi la donna continua ad essere molto attiva nella speranza che un giorno il suo desiderio possa finalmente avverarsi.

Ancora oggi Piera Maggio non ha smesso di cercare sua figlia, sparita nel nulla intorno a mezzogiorno del 1 settembre del 2004 e mentre era intenta a giocare con i cuginetti sul marciapiede di casa.

Da quel giorno tutta l’Italia si è adoperata per il ritrovamento di Denise Pipitone: dalle forze armate, ai giornali fino a tante trasmissioni tv che hanno dedicato servizi e approfondimenti su questo caso cercando di risolvere uno dei gialli più famosi della cronaca nostrana.

Dal 2004 ad oggi Piera Maggio ha ricevuto però, anche numerose segnalazioni su sua figlia ma che purtroppo non hanno mai portato ad un risultato. L’ultima proprio nel 2021 grazie ad una segnalazione che è arrivata direttamente dalla Russia e di cui si è occupata anche la trasmissione Chi l’ha visto. Purtroppo la ragazza non era Denise.

L’inchiesta sulla scomparsa di Denise

L’inchiesta conseguente alla scomparsa di Denise Pipitone, ha portato alla luce una vicenda familiare fatta di tradimenti, rancori e gelosie.

Nei primi anni 2000, quando il marito Toni si trovava in Germania per lavoro, Piera conduceva un’esistenza tranquilla insieme al figlio maggiore Kevin. Tutto cambiò quando la sorella minore, Giacoma, le presentò la signora Anna Corona.

In seguito la Maggio ha affermato che quest’ultima aveva mostrato fin da subito, nei suoi confronti, un attaccamento “morboso”, che si traduceva in un esagerato chiamarla, cercarla e volerla vedere praticamente tutti i giorni o quasi. Piera ebbe modo di conoscere anche il marito della donna, Piero Pulizzi, con il quale iniziò una relazione clandestina.

Quando Anna si accorse della tresca successe il finimondo e la situazione peggiorò quando, nel 2000, la Maggio mise al mondo la piccola Denise. Suo marito Toni dette alla bimba il proprio cognome, ma non sapeva che il padre biologico fosse in realtà Piero.

La famiglia di quest’ultimo, che oltre alla moglie aveva anche due figlie adolescenti, di certo non visse bene la situazione, che si complicò con minacce, ingiurie, dispetti e propositi di vendetta.

Si arrivò ad imbastire un processo contro la diciassettenne Jessica Pulizzi, prima figlia di Piero e sorellastra di Denise, per omicidio, ma la ragazza fu infine assolta.