Pasta al forno Napoletana: Scopri i Segreti della Ricetta Originale!

La pasta al forno è una pietanza conosciuta e preparata in tutta Italia con ingredienti che variano da regione a regione.

Quella napoletana prevede l’aggiunta di molti ingredienti ed è, senza alcun dubbio, una delle versioni più saporite ed invitanti che la cultura culinaria del nostro paese possieda. Molto diffusa è anche la variante siciliana che si prepara con le melanzane mentre per vegetariani e vegani si stanno diffondendo tante alternative con verdure come le zucchine e senza latticini.

La pasta al forno napoletana è uno dei primi piatti più gustosi che si possono mettere in tavola per il pranzo della domenica ed è un modo di gustare la pasta che mette d’accordo proprio tutti, tanto i grandi quanto i piccini.

Anche tra le famiglie partenopee le ricette possono variare con l’aggiunta di qualche ingrediente ma diciamo che, per lo più, gli ingredienti principali sono per tutti uguali e sono quelli che troverete elencati in questa guida.

Le polpettine

Per fare delle ottime polpettine da mettere nel sugo della pasta al forno occorre iniziare bene e scegliere la carne giusta per prepararle alla perfezione. Bisogna che essa sia composta da una parte di carne di maiale e dall’altra di carne di manzo.

Per profumarle alla perfezione si aggiungono svariati aromi tra cui la cipolla, immancabile nella cucina napoletana, l’aglio anche se in minima parte, un ciuffo abbondante di prezzemolo e alcune foglie di basilico. L’aggiunta del parmigiano dona, senza dubbio, quel tocco di sapore in più ad una preparazione molto ma molto invitante.

Anche la cottura delle polpettine contribuisce a dare sapore alla pasta al forno napoletana infatti, sempre più persone scelgono di versarle nel sugo bollente appena preparate in modo da cuocerle man mano che il pomodoro continua a bollire. In questo modo, la piccola polpetta risulta più morbida in superficie e sicuramente più salutare.

Ma, se è vostra intenzione seguire alla lettera la vera ricetta partenopea, bisogna soffriggerle in abbondante olio di semi prima di unirle alla pasta al forno. Facendo così la carne forma una leggera crosticina in superficie e diventa ancora più saporita.

Il sugo

Il sugo è il principale ingrediente su cui si basa il gusto della pasta al forno alla napoletana perchè da esso dipende il sapore dell’intero piatto. Scegliete sempre un pomodoro abbastanza dolce e non troppo acido se decidete di prepararla con del pomodoro fresco. Se invece volete rischiare di meno usate una passata classica che si trova in tutti i supermercati, oppure, per chi ha la fortuna di averla a disposizione, la conserva preparata in estate.

La cottura del sugo è fondamentale ed è il segreto per ottenere una salsa ottima come quelle delle nostre nonne. Infatti il sugo deve cuocere per almeno 3 ore a fiamma molto bassa aggiungendo, di tanto in tanto, mezzo bicchiere di acqua in modo che il pomodoro cuoce perfettamente e non si ritiri eccessivamente.

Ultimamente si tende a velocizzare le preparazioni classiche della cucina napoletana per esempio la lasciando il pomodoro fresco a cuocere solo qualche minuto o a rendere le stesse ricette più leggere cambiando gli ingredienti con altri meno calorici. Tutto questo fa si che i piatti classici assumono altri sapori molto lontano da quelli delle vera cucina partenopea.

Ingredienti

  • 500 g di rigatoni
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 2 litri di salsa di pomodoro
  • 250 g di ricotta di latte vaccino
  • 250 g di provola dolce
  • 3 uova
  • 1 cipolla
  • 200 g di salame in un’unico pezzo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale

Per le polpettine

  • 300 g di carne macinata di manzo e di maiale, in parti eguali
  • 1 uovo
  • 2 fette d pane raffermo
  • 50 g di parmigiano reggiano, o in alternativa di grana padano
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • olio di semi per friggere
  • sale
  • pepe
  • un pezzetto di cipolla
  • 1 spicchio di aglio

Come si prepara la pasta al forno alla Napoletana

Prima di realizzare la pasta al forno napoletana dobbiamo necessariamente procedere con la preparazione del sugo che, per la lunga durata della cottura, è bene preparare in anticipo, anche il giorno prima per poi essere conservato in frigorifero ed essere

Mettiamo in una pentola abbastanza grande l’olio extravergine di oliva e la cipolla dopo averla sminuzzata in parti piccolissime. Lasciamola dorare perfettamente a fiamma molto bassa poi aggiungiamo la passata di pomodoro e lasciamo cuocere il sugo per circa 3 ore coprendolo con un coperchio. Aggiungiamo anche una manciata di sale a metà cottura.

Intanto mettiamo a bollire le uova  un pentolino pieno di acqua e lasciamole cuocere per 8 minuti perchè dovranno risultare molto sode e compatte per essere messe nella pasta e non sfaldarsi troppo. Appena cotte le sbucciamo e le tagliamo a spicchi abbastanza grossi.

Prepariamo le polpettine. Mettiamo il pane raffermo coperto di acqua tiepida in una ciotola e lasciamolo ammorbidire per bene, In una terrina uniamo la carne macinata e l’uovo, il parmigiano, un pizzico di sale e una manciata di pepe, lo spicchio d’aglio dopo averlo reso una polpa e la cipolla tritata finemente. Laviamo con cura il ciuffetto di prezzemolo sotto l’acqua corrente asciughiamolo e sminuzziamolo finemente poi lo aggiungiamo al resto degli ingredienti. Ora è il momento di strizzare per bene il pane stringendolo fortemente tra le mani per scolare tuta l’acqua in eccesso.

Uniamo anche il pane agli altri ingredienti e iniziamo ad amalgamare con cura fino ad ottenere un composto molto morbido. In una padella larga versiamo l’olio di semi e lasciamolo riscaldare per bene. Uniamo ora le polpettine e facciamole rosolare dappertutto. Con una sciumarola le scoliamo per adagiarle su un piatto piano rivestito di carta assorbente.

Mettiamo a bollire la pasta in abbondante acqua e aggiungiamo una manciata di sale grosso. Lasciamo i rigatoni cuocere qualche minuto meno del tempo di cottura indicato sulla confezione poi scoliamo. Versiamo la pasta in una ciotola e irroriamola con abbondante sugo.

In una terrina uniamo la ricotta con un mestolo di sugo e, con una forchetta, schiacciamola fino a formare una deliziosa cremina. Tagliamo la provola dolce a tocchetti piccoli e mettiamoli da parte. Tagliamo anche il salame a pezzi della stessa grandezza della provola.

Ora è il momento di assemblare gli ingredienti, In una pirofila da forno versiamo un poco di sugo, subito dopo uno strato di pasta, uno di uova, uno di polpettine, un poco di ricotta, della provola e una manciata di parmigiano. Ricopriamo con un altro strato di pasta e poi di nuovo tutti gli altri ingredienti.

Finiamo con la pasta spolverata dal parmigiano grattugiato. Mettiamo la pirofila in forno a cuocere a 190° per 30/35 minuti. Lasciamo che la pasta al forno napoletana formi una crosticina dorata sulla superficie. Serviamo la pasta al forno ben calda, ancora filante.

Un piatto unico ma…

Un piatto così carico dovrebbe essere considerato, almeno secondo i canoni dell’alimentazione moderna, un piatto unico. Tuttavia non stupitevi se, invitati per il classico pranzo domenicale campano, vi troverete a mangiare qualcosa prima e qualcosa dopo. Il pranzo della domenica, che è un po’ il teatro tipico per la pasta al forno alla napoletana, può essere qualcosa di decisamente forte.