Pasqua in Costiera Amalfitana: l’usanza di esporre nelle chiese i Santi Patroni

Come tradizione vuole, nel giorno di Pasqua in Costiera Amalfitana è usanza esporre le statue dei Santi Protettori.

Ma perché avviene questa usanza? Sicuramente il significato è legato ai Vangeli e ai primi testimoni della Resurrezione di Gesù. A sapere per prime da un angelo che Cristo era risorto sono state tre donne: Maria Maddalena, Maria di Giacomo e Giovanna ( o Salomé). Le tre donne hanno poi avuto dall’angelo l’incarico di riferire quanto aveva detto agli apostoli, primi tra questi Pietro.

Le donne, tra cui Maria Maddalena, e gli apostoli, tra cui Pietro ma anche Andrea, sono stati dunque tra i primi testimoni della resurrezione di Gesù.

Oroscopo Paolo Fox Domani Lunedí 9 Dicembre: classifica dei segni

La giornata di oggi vi è andata bene o male astrologicamente parlando? Qualunque sia la risposta adesso non vi resta che scoprire in anteprima...

Proprio per l’importanza storica e cattolica dell’avvenimento della Resurrezione che, in Costiera, vengo esposte le Venerate statue di questi Santi dal momento che Santa Maria Maddalena, prima testimone indiscussa, è Patrona di Atrani mentre Sant’Andrea, uno dei 12 apostoli è Patrono di Amalfi.

La statua di Santa Maria Maddalena viene solitamente esposta il giorno di Pasqua al termine della Messa Pasquale. La Patrona di Atrani viene tolta dalla nicchia in sagrestia dove è rinchiusa e, dopo una breve processione tra le navate della Collegiata che porta il suo nome, è intronizzata sull’altare maggiore fino alla sera del Lunedì in Albis.

La statua bronzea di Sant’Andrea viene invece esposta al termine della Messa serale Pasquale, anch’essa dopo una breve processione all’interno della Cattedrale di Amalfi, e intronizzata sull’altare fino alla sera del Lunedì in Albis.

A Ravello la statua di San Pantaleone viene esposta proprio durante la giornata di oggi, Lunedì in Albis, che coincide con il Patrocinio del Santo Protettore della città della musica. Anche a Minori il giorno di Pasquetta viene esposta in Basilica, dopo una processione tra le navate della Chiesa, la statua di Santa Trofimene,  protettrice del paese. Discorso diverso per Maiori e Positano che come Patrona hanno la Madonna Assunta.

L’usanza quindi di esporre le Statue dei Santi in Costiera Amalfitana è legata alla prima testimonianza della Resurrezione di Gesù.