Panuozzo di Gragnano: la Ricetta Originale della Straordinaria Bontà Campana

Foto by Claudio Avvisati Facebook

Il panuozzo di Gragnano è nato come cibo semplice, ma oggi è considerato a tutti gli effetti una delle più gustose prelibatezze tipiche della cittadina e delle zone limitrofe.

Il panuozzo è una sorta di grande panino, il cui impasto è lo stesso di quello della pizza: farina di grano tenero, acqua, lievito di birra fresco, sale marino.

Una pasta lievitata due volte e cotta poi in forno a legna.

Panuozzo di Gragnano: storia della specialità

Chi sono i Dellai: età, canzoni, fratelli, vita privata, Festival di Sanremo e carriera

Dellai è un progetto che parte dalla passione di due fratelli per la musica, che sarà il loro collante anche se gli studi e...

La storia della ricetta del panuozzo di Gragnano non è antica come si può pensare.

La sua creazione risale al 1983 da una intuizione della famiglia Mascolo, proprietari, in via Marianna Spaguolo a Gragnano, di una delle più famose pizzeria della provincia napoletana.

Al pari della pizza, la composizione della farcitura e dei condimenti può spaziare in un ampio numero di varianti, anche personalizzate.

In ogni caso, la farcitura classica è a base di pancetta e mozzarella.

Rispetto alla pizza, peculiare è il fatto che richieda un secondo passaggio in forno, immediatamente prima del consumo, a farcitura avvenuta, al fine di scaldare gli ingredienti del ripieno e amalgamarli con il pane.

Panuozzo di Gragnano: la ricetta originale

Ingredienti

  • 800 g di farina 00
  • 200 g di farina
  • 650 g di acqua
  • 1/2 lievito
  • 30 g di sale

Preparazione

Mescolare le due farine e poi posizionarle a fontana su un piano da lavoro.

Sciogliere il lievito nell’acqua ed iniziare ad amalgamare con la farina, impastare per cinque minuti circa e poi aggiungere il sale.

Continuare ad impastare per altri cinque minuti, fino a quando la pasta sarà morbida e liscia.

Formare panetti lunghi 20 centimetri e alti 4 centimetri, schiacciarli con le mani e poi posizionarli in una teglia unta con un po’ d’olio, per farli crescere.

Una volta cresciuti, infornare i panuozzi a 180 gradi per 30 minuti,  poi una volta cotti, spaccarli a metà e farcirli, poi infornare nuovamente per far amalgamare l’imbottitura.

La farcitura è a vostro piacere, fate come più vi aggrada.

Servire il panuozzo ancora caldo e mangiarlo rigorosamente con le mani, evitando tassativamente le posate e magari accompagnandolo con un bel bicchiere di vino rosso di Gragnano.

Buon appetito con il vostro panuozzo di Gragnano.