Ospedali Salernitani: fondi per 400 milioni di euro. Ecco i plessi interessati

Saranno circa 400 i milioni di euro destinati a Salerno e provincia per completare il Piano di edilizia sanitaria della Regione.

Il programma di interventi, finanziato per il 95% dallo Stato e per il resto dalla Regione, è stato approvato col decreto commissariale del 20 dicembre e pubblicato ieri sul Burc.

Per la Macro-Area della provincia di Salerno, il nuovo piano prevede 276 posti letto in più, passando da 3.553 a 3.807 (3,52 posti per mille abitanti). Di questi, un incremento di 73 posti letto è per il presidio di Scafati (le discipline interessate sono Ortopedia e Traumatologia con 22 posti, Chirurgia Generale con 16 posti e Lungodegenza con 16 posti; un aumento di 68 posti è per l’ospedale “San Luca” di Vallo.

Bitter Sweet: trama, cast e anticipazioni 21 Giugno serie tv in onda su Canale...

Bitter Sweet in onda tutti i giorni su Canale 5 ha ottenuto sin qui un ottimo riscontro di pubblico.Ogni giorni sono milioni gli italiani che...

L’intervento più costoso sarà destinato per la nuova sede del “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona a Salerno”, polo di eccellenza ospedaliero e delle attività didattiche e di ricerca, integrato con l’Università. La nuova sede, che sorgerà sempre in via San Leonardo,  sostituirà l’attuale plesso per un costo di 330 milioni e 716 posti letto.Il bando dovrebbe essere pubblicato entro luglio, mese nel quale la progettazione esecutiva dovrebbe essere consegnata.

Gli altri interventi riguardano il Polo oncologico di Pagani con l’ampliamento mediante la costruzione di un nuovo corpo di fabbrica da adibire a Radioterapia. Costo di 17 milioni, 45 posti letto. Saranno poi ristrutturati il Pronto Soccorso, le Sale Operatorie e la Rianimazione dello “Scarlato” di Scafati. Il costo dell’intervento sarà di 4,5 milioni per 118 posti letto.

L’intervento prevede poi la realizzazione di una nuova Rsa di 1600 mq nel comune di Roccadaspide; il completamento della Rsa nel comune di Pagani, con realizzazione degli impianti tecnologici  e opere di finitura interne ed esterne (il costo è di 4 milioni) e la realizzazione della sede del distretto di Eboli in località “Acquarita”. In programma la demolizione di un rudere in cemento armato e la successiva ricostruzione di un edificio per la sede del Distretto 64 (3100 mq). Il costo è di 6 milioni.

Tra gli altri interventi l’adeguamento dell’ospedale di Eboli con la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica; la realizzazione della nuova sede del Distretto di Vallo della Lucania, con spazi per il Dipartimento di Prevenzione, l’Uccp e il Consultorio Familiare e l’adeguamento delle strutture alla normativa antisismica e degli impianti, nonché funzionale, con ampliamento del corpo di fabbrica principale del Presidio ospedaliero di Sapri.

Infine sarà realizzata la nuova sede del Distretto di Capaccio comprendente spazi per il Dipartimento di Prevenzione, Uccp e il consultorio familiare e la realizzazione della nuova sede del Distretto di Mercato San Severino, comprendente spazi per il Dipartimento di Prevenzione, Uccp e il consultorio familiare.