Odissea in mare tra Salerno e Catania: 250 passeggeri bloccati in nave in avaria

E’ rimasto per ore fermo in mare in traghetto “Egnazia” della Grimaldi che notte scorsa è partito da Salerno per raggiungere Catania.

Il traghetto era partito dal porto di Salerno già con tre ore di ritardo per poi fermarsi in pieno mare senza aria condizionata, cabine a 50 gradi, bagni fuori uso e tensioni a bordo anche per “la totale assenza di informazioni ai passeggeri dal comandante”.

Una vera e propria odissea per le 250 persone che hanno segnalato il disservizio alle autorità. Durante la traversata ci sarebbero stati vari problemi che non sarebbero stati nemmeno segnalati dall’equipaggio della nave alla Capitaneria. Tra i 250 passeggeri, ovviamente, anche donne e bambini piccoli oltre che un cardiopatico che avrebbe dovuto subire una operazione al cuore alle 13 di oggi.

Napoli: al via la 148esima edizione della Fiera di Natale di San Gregorio Armeno

Il Natale si avvicina e come da tradizione prende il via la tradizionale Fiera di Natale di  San Gregorio Armeno giunto alla 148esima edizione.Un appuntamento fisso...

A bordo del traghetto anche due giornalisti de la Repubblica che hanno raccontato, attraverso il quotidiano, la loro odissea con la nave che si è fermata per ben due volte in mezzo al mare a causa, come hanno rigerito dall’equipaggio, di uno dei quattro motori in avaria.

Alle 5 del mattino il traghetto si è fermato di nuovo e alle 9 si trovava ancora al largo di Salerno quando dopo due ore sarebbe dovuto essere già all’altezza di Catania.

Poi l’intervento della nave Dattilo della Guardia Costiera e le unità della Guardia Costiera di Salerno. L’evento è stato seguito dalla centrale operativa di Roma e dalla sale operative della Guardia Costiera di Salerno e Napoli, che ha coordinato le operazioni di trasferimento dei passeggeri.