Novità per l’Istituto Marini-Gioia: si amplia l’offerta didattica

L’Istituto Superiore Marini-Gioia di Amalfi ha proposto l’inserimento di nuovi indirizzi all’interno dell’offerta didattica.

Dopo le prime proposte, è arrivata una reazione favorevole da parte della Provincia di Salerno che ha espresso la propria approvazione alla richiesta dell’Istituto Marini-Gioia.

Il progetto in questione comprende l’introduzione di nuovi profili di studio. L’obiettivo principale è quello di rendere aggiornate le attività didattiche e formative aggiungendo alcuni elementi culturali e di sviluppo contemporanei.

Il tutto viene proposto al fine di favorire la formazione di figure professionali che possano essere all’altezza di un territorio prestigioso come il nostro, quello della Costa D’Amalfi, di Cava De’ Tirreni, Salerno, ma anche in un’ottica europea ed internazionale. Ecco quali sono gli indirizzi proposti.

Istituto Marini-Gioia: i nuovi indirizzi

Turistico con una curvatura Digital Strategies e Management Turistico. Gli studi saranno proiettati verso le strategie digitali e tutto ciò che concerne il Management turistico, soprattutto a livello territoriale.

Liceo Scientifico con curvatura Biomedica. Gli studi caratterizzanti saranno le materie scientifiche, ma con una particolare attenzione verso ciò che riguarda il campo medico, sanitario e biotecnologico. Inoltre ci sarà la possibilità di prepararsi ai test di ingresso per le facoltà di Medicina.

Liceo Classico con curvatura Comunicazione Giornalistica. Ci saranno quattro diversi ambiti al suo interno: comunicazione giornalistica, comunicazione drammaturgica, comunicazione radiofonica, comunicazione di ieri e di oggi.

Liceo Classico con curvatura Giuridica ed Economica: l’orientamento in questo caso è rivolto verso la magistratura, le professioni legali e gli impieghi di elevata responsabilità in pubblica amministrazione, presso enti privati e pubblici, e organizzazioni internazionali.

Classico con curvatura Management dei Beni Culturali: l’obiettivo è quello di promuovere la salvaguardia dei beni culturali (nazionali e internazionali) attraverso le discipline che caratterizzano questo determinato indirizzo del Liceo Classico, in particolare attraverso discipline linguistico-umanistiche e storico-artistiche.

Il Collegio docenti, guidato dal Dirigente Scolastico prof. Vincenzo Falco, ha intenzione di offrire agli studenti degli Istituti Secondari di I grado, una vasta offerta formativa.

Le ore dedicate alle discipline di insegnamento resteranno invariate, dunque non verrebbe meno la tradizione, ma a questa andrebbe ad intrecciarsi l’innovazione con l’aggiunta di potenziamenti e discipline caratterizzanti.

Il tutto dovrà passare alla Regione Campania. Nel caso venisse data l’approvazione per questa proposta e si ottenesse il necessario provvedimento, i nuovi corsi potrebbero già partire da settembre 2022.