Natale a Salerno con una pista da sci sul viadotto Gatto: ecco l’idea

Un’idea molto particolare, concepita durante la quarta edizione del master diretto dall’architetto Luigi Centola, di Architettura-Ambiente Nib, per rendere unico il Natale a Salerno: la proposta è quella di creare una pista da sci sull’ultimo tratto del famoso e molto trafficato viadotto Gatto.

E’ quello che si legge sull’edizione de Il Mattino di Salerno della giornata di ieri: questa ed altre originali proposte destinate ad arricchire il Natale a Salerno e le Luci d’Artista, sono venute fuori durante il master.

L’idea più interessante è stata proprio quella “sportiva”: si è pensato ad un’arrampicata sui piloni e a spazi sottostanti adibiti alla pratica di discipline sportive.

Chi è Asia Argento: età, compagno, marito, figli, molestie e vita privata

Asia Argento è senza ombra di dubbio una delle attrici e artiste più conosciute del panorama italiano.Poliedrica e ricca di idee, si è distinta in...

Un progetto che però, per vedere la luce, ha necessità di avere finita e completata la Porta Ovest e quindi il tunnel, così da poter usare il viadotto Gatto per i grandi eventi, come appunto quelli previsti per le feste natalizie.

Se il progetto della pista da sci sul viadotto Gatto – presentato precisamente dagli architetti Anna Palma Cannavacciuolo, Vincenzo Contì, Gabriele Lancia e Anna Tufano – si realizzasse, non solo si avvererebbe il sogno di molti, quello di sciare a Salerno, località marina per eccellenza, ma lo si farebbe guardando proprio il mare e la Costiera Amalfitana.

L’idea è anche quella di creare sotto il viadotto delle aree attrezzate che consentano di praticare diversi sport, come la corsa, il climbing, lo skate e altri.

Il costo di un’operazione di questo tipo?

Circa un milione di euro, che però verrebbero finanziati attraverso la sponsorizzazione dell’iniziativa e la vendita dei biglietti per l’ingresso alla pista da sci.

Ma non è stata questa l’unica proposta interessante che vede protagonista il viadotto Gatto.

Un’altra idea – presentata dagli architetti Serena Asoni e Silvia Mezzetti – sarebbe quella di trasformarlo, sempre in occasione del Natale a Salerno o di altri eventi importanti, in una specie di “cielo temporaneo” che riprenda i colori dell’aurora boreale e faccia da sfondo a una “passeggiata di shopping”.

Qui si prevede la realizzazione di un ascensore panoramico e un’attrazione (es. un albero di Natale), come punti di inizio e fine passeggiata, presso la rotonda d’ingresso del porto di Salerno.

Gli espositori, meta della “passeggiata di shopping” verrebbero creati in un numero di 100 dal lato monte, e di una settantina dal lato mare. Insomma si tratterebbe di un mercatino di Natale a Salerno molto molto speciale.

Un’opera questa che andrebbe a costare meno della pista da sci, e cioè circa 500 mila euro, che verrebbero recuperati in gran parte con gli affitti degli stand.

Staremo a vedere quali di queste iniziative verrà effettivamente realizzata: intanto queste proposte dimostrano un certo fermento dei professionisti del territorio, che non guasta mai.