Napoli sede della “Mafia International”: polemiche sulla puntata di “Adrian”

A Napoli polemiche sul web ieri sera dopo la prima puntata di Adrian – la serie evento di Andriano Cekentano andata in onda ieri sera su Canale 5.

Durante il primo episodio della serie, ambientato in un 2068 dove vige la dittatura, si è vista anche la città di Napoli in una veste assolutamente negativa. Oltre all’inquinamento e ai numerosi grattacieli che hanno rovinato l’incantevole Golfo, a far particolarmente indignare i napoletani è stata la scritta “Mafia International” su di un grattacielo.

Proprietario del grattacielo incriminato è lo spietato “Dranghstein”, un nome che sembrerebbe a metà tra ‘ndrangheta e Frankestein, nel cartoon muove i fili della città dal grattacielo, feroce burattinaio che tesse le sue trame e avvelena l’ambiente.

Foto facebook Città del Sud

Ginevra Pirola: chi è la studentessa de Il Collegio 3

Questa sera prenderà il via su Rai 3 la terza edizione de Il Collegio che vede tra i protagonisti Ginevra Pirola. Ginevra Pirola: chi è la studentessa de...

Come riporta La Repubblicadi Napoli, su “Sputtanapoli”, pagina da 47mila follower, si legge: “Su Canale 5 è andato in onda “Adrian”, lo show di Adriano Celentano dove il noto cantante è raffigurato sottoforma di cartone animato. Uno show che ha però destato molte critiche per la complessità della storia e per un particolare davvero evitabile. Ad un certo punto viene mostrata la città di Napoli nel 2068 ed in bella vista vi è un grattacielo con un cartello inquietante: “Mafia International”. Una scelta davvero pessima, ancora una volta la città partenopea è vittima di luoghi comuni ed accostata a simboli negativi come la criminalità organizzata”.