Napoli: finanziamento 90 milioni per centro storico. Le aree interessate

Il centro storico di Napoli è beneficiario di un finanziamento da 90 milioni di euro per una serie di interventi sull’area che da Capodimonte arriva a piazza Carlo III, passando per il Rione Sanità.

In una riunione che si è svolta nei giorni scorsi in Prefettura, i ministri dei Beni e attività culturali Alberto Bonisoli e per il Sud Barbara Lezzi, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, alla presenza del prefetto Carmela Pagano hanno discusso dei 33 interventi che saranno finanziati.

Gli stanziamenti saranno suddivisi in 4 tranche di interventi e riguardano il grande progetto centro storico, la Galleria Principe di Napoli, i complessi del Crocifisso, di via Sant’Agostino degli Scalzi, della Santissima Trinità delle Monache, dei Cristallini, di Sant’Eligio e dell’Annunziata. Fondi anche per Palazzo Penne, Santa Maria della Sapienza e Santa Maria delle Grazie a Caponapoli.

Pasqualina Uomini e Donne Over: chi è, età, Antonio e vita privata

La signora Pasqualina è diventata di diritto una delle grandi protagoniste di questa edizione del trono over di Uomini e Donne.Con la sua simpatia ha conquistato...

Per migliorare l’accessibilità e la fruizione turistica saranno finanziati interventi per le aree di piazza cavour, fontanelle – materdei, piazza sanità, corso amedeo di savoia, salita stella, cristallini-capodimonte, moiariello, per la collina dello scudillo e il cimitero delle fontanelle. Fondi per l’ex deposito anm del garittone che ospiterà i bus turistici diretti a capodimonte e per uno svincolo della tangenziale che sorgerà nell’area di san gennaro dei poveri e dello scudillo.

“Sono interventi che vanno dal restauro di monumenti, chiese, riqualificazione, cohousing, coworking, luoghi per giovani, studentati, aree pedonali – ha dichiarato il primo citadino di Napoli-. Le zone riqualificate saranno l’area che va da Capodimonte al Museo archeologico nazionale, piazza Carlo III, piazza Cavour per l’allargamento e il decongestionamento del Centro storico di Napoli e spostando sempre più in tutte le aree della città le attività culturali, di riqualificazione e di rigenerazione urbana”.

Momentaneamente il piano prevede 10 ml di euro per la Galleria Principe; 5 ml per il Garittone; 5 ml di euro per Via Scudillo e progetti di collegamento Frullone / Capodimonte; 16 ml di euro per riqualificazioni destinati a Piazza Cavour, quartiere Stella e la zone dei Vergini; 500 mila euro per Progettazione di Svincoli di Tangenziale Zona Ospedaliera/Capodimonte e uso di 60mila mq di cave.