Napoli: è l’anno delle grandi mostre al Mann. Si parte con Canova

Sarà un anno di grandi mostre quello del Mann di Napoli che, per il 2019, ospiterà vari ed importanti esposizioni.

Il giugno si aprirà la mostra “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio” che durerà fino al 10 settembre. L’esposizione ripropone quindici calchi in gesso di rilievi neoassiri dal IX al VII secolo avanti Cristo (i cui originali sono al British Museum) provenienti dai siti di Ninive e Nimrud che fanno parte delle collezioni permanenti del Museo Archeologico di Napoli ma che non sono esposti da molti anni. Le lastre in calcare erano apposte sui palazzi dei monarchi assiri e questa è la prima mostra sul popolo di Ninive mai realizzata al Mann.

Il tutto sarà integrato con la tecnica del “video-mapping”, con l’uso di fasci di luce orientata per ricreare un’intensa suggestione, e attraverso touch-screen e diffusori di odori e fragranze e repliche di oggetti realizzati con la stampa in 3D. La risposta del museo di Napoli alle immagini di distruzione da parte dell’Isis del palazzo reale di Nimrud, la traccia più consistente della civiltà scomparsa.

Salerno: in crescita il traffico crocieristico. Nel 2019 un rialzo del 30%

A Salerno si punta molto sul porto turistico tanto è vero che l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale ha messo in campo...

Prima della Mesopotamia si apre la mostra “Canova e l’antico”, una nuova collaborazione di Mann e Ermitage, che presterà sei opere del genio di Possagno, definito non a caso “il nuovo Fidia”.

Per il 30 maggio sono previste anche le aperture delle collezioni di Preistoria e Protostoria del Mann e di quella della Magna Grecia e nella stessa data aprirà la mostra “Gli Etruschi al Mann”, fino al 4 novembre.

L’anno si chiuderà con “Thalassa. Il mare, il mito, la storia, l’archeologia”, dal 25 settembre, che coinvolge anche i Campi Flegrei e la Sicilia. Anche in questo caso sono previsti percorsi con una fruizione 4.0 con installazioni multimediali e realtà “aumentata”.