Minori: oggi si festeggia Trofimena, la Santa arrivata dal mare

Minori oggi è in festa. La popolazione è presa infatti nelle celebrazioni per la festa di Santa Trofimena, in particolare oggi si ricorda il giorno del Martirio della Santa e l’anniversario dell’arrivo del suo Corpo alla spiaggia di Minori.

Secondo la tradizione cristiana, la Santa, originaria di Patti (Messina) subì il martirio da giovane per mano di suo padre e a causa di un deciso rifiuto a prendere come sposo un uomo scelto dalla sua famiglia, essendo Trofimena già promessa sposa a Dio. Il corpo della Santa venne sistemato in un’urna che poi approdò sulla spiaggia di Minori spinto dalle correnti marine.

I festeggiamenti ufficiali di oggi 5 novembre sono iniziati alle 7 di questa mattina con la prima Santa Messa a cui ne è seguita un’altra alle 8,30 ed il Solenne Pontificale alle 10, presieduto dal cardinale Giovanni Lajolo, Presidente emerito del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, e concelebrato dal nostro Arcivescovo mons. Orazio Soricelli.

Estrazione Superenalotto e Lotto: estrazione di oggi 21 Novembre

Ancora estrazioni per il mese di novembre per il Superenalotto e del Lotto! Anche per questa sera 21 Novembre si rinnova l’estrazione dei numeri...

Al termine del Pontificale la Statua della Venerata Statua di Santa Trofimena è stata portata in processione per le vie della città, accompagnata  dalla musica del premiato concerto bandistico “Città di Minori” e dal Coro polifonico “Amici di S. Francesco”, diretto dal M° Candido Del Pizzo.

Un’altra Santa Messa è in programma per questa sera alle 18 e sarà presieduta dal Rev.do dom Michele Petruzzelli, Abate della Badia di Cava de’ Tirreni. Al termine della Messa verrà cantato il Te Deum e successivamente si procederà al bacio della Sacra Reliquia.

I minoresi festeggiano Santa Trofimena tre volte l’anno: il 13 luglio, il 5 novembre e il 27 novembre.

Il 5 Novembre, cioè oggi, si celebra il martirio e questa festa Ë denominata “‘a castagnara” perché ricorre nel periodo dell’autunno in cui abbondano le castagne, classico frutto della stagione. La processione si svolge al mattino.

Il 27 novembre è una festa un più particolare e occorre risalire a qualche secolo addietro per capirne il motivo.Dopo il ratto di Sicardo, i minoresi, per timore di altre incursioni e quindi di altri oltraggi pensarono di nascondere il corpo di Santa Trofimena, sistemandolo non sotto l’altare, come tutti credevano, ma molto indietro.

Coloro che presero parte ai lavori di occultamento giurarono solennemente di non svelare a nessuno il luogo dove erano deposte e sacre spoglie. Trapassati quei pochi che conoscevano il segreto, nessuno ci pensò più,, anche perché credevano le Reliquie al sicuro.

Ma quando nel 1762 i minoresi vollero erigere un nuovo altare alla loro Santa Patrona, rimasero delusi e amareggiati nel constatare che sotto l’altare non c’era nulla. Moltissime e vane furono le ricerche che si protrassero per lunghi anni. Il 24 novembre 1793, alcuni minoresi di buona volontà intrapresero degli scavi  dove si era tentato altre volte.

Scavarono per ben tre notti e in quella tra il 26 e il 27, finalmente ritrovarono il sarcofago con le Sante Ossa.Ci fu gioia e commozione al rinvenimento e tutta la popolazione fu chiamata in Chiesa con il suono festoso delle campane. Tutti accorsero e subito fu celebrata una Messa Solenne di ringraziamento; di qui la tradizionale Messa celebrata all’alba di ogni 27 novembre.