Minori, gli ultimi due appuntamenti del format “Letto ad una piazza”

Si dirige verso la conclusione la batteria di appuntamenti “Letto ad una piazza” di Gigi Marzullo, un format originalissimo che ha permesso alla bella Minori di ospitare personaggi straordinari.

Gli ultimi due appuntamenti vantano della partecipazione di ospiti imperdibili.

Stasera, giovedì 11 agosto alle ore 21.30 ospite nel “Letto ad una piazza” insieme al presentatore avellinese sarà Francesco Messina.

Questi insieme a Stefano Senardi ha curato un’opera originalissima: “L’alba dietro all’imbrunire. Una storia illustrata di Franco Battiato” edito Rizzoli.

Come suggerisce il titolo il volume si presenta come un racconto con foto e testimonianze della vita del grande cantautore Franco Battiato, scomparso del maggio dello scorso anno.

La storia che si è voluta raccontare non si ferma unicamente a quella che era la sua vita lavorativa, ma va oltre, procede per quella che lui definiva “un altra via”: la ricerca spirituale che ha seguito e praticato durante tutto l’arco della sua vita.

Insomma, l’opera si presenta come una finestra aperta che affaccia sull’anima di Battiato.

Insieme al presentatore e Francesco Messina accompagnerà gli ascoltatori anche Alice.

Alice è una cantautrice forlivese, all’anagrafe Carla Bissi, che durante l’arco della sua carriera ha stretto un legame speciale con il Maestro.

In un’intervista per la Repubblica spiega: “Il legame con Franco è stato forte, lo è e lo sarà sempre… in tutti i concerti live, in tutti i miei dischi c’è stato sempre un omaggio a Franco, ho sempre cantato qualche sua canzone, perché c’è sempre un’affinità”.

Ma gli appuntamenti con il “Letto ad una piazza” non finiscono qui, il 12 agosto alle ore 21 30 è la volta del cantante e chitarrista Enzo Gragnaniello.

Attraverso le domande di Marzullo si metterà a nudo ripercorrendo la sua vita e la sua carriera con aneddoti e ricordi.

Tra i ricordi più cari a Gragnaniello spiccano sicuramente l’amicizia che lo lega a Pino Daniele, ex compagno delle scuole elementari, e le innumerevoli collaborazioni che ha collezionato nell’arco della sua carriera, per citare qualche: Mia Martini, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni, Adriano Celentano.

Questo bellissimo auto raccontarsi sarà inframezzato da brani tratti dal suo repertorio, accompagnato da Piero Gallo e dalla sua invenzione: la “mandolina”, uno mandolino con sonorità differenti.

Giunti al termine di questo format l’amministrazione comunale ed il sindaco ci tengono a augurare a visitatori e nativi un buon ferragosto, invitando i primi a godersi il soggiorno e a lasciarsi trasportare dalle bellezze del nostro patrimonio archeologico come la Basilica di S. Trofimena e la Villa Romana Marittima.