Michelin: grande attesa per la guida 2018. In Costiera arriverà una doppia stella?

C’è grande attesa nel mondo della ristorazione per la guida delle guide. Si tratta della storica Michelin che tra sei giorni esatti sarà presentata presso il Teatro Regio di Parma. Da qui, per il secondo anno consecutivo (l’appuntamento è per il 16 novembre), saranno svelati gli stellati dell’edizione 2018 che secondo alcune indiscrezioni rese note da Reporter Gourmet, si annuncia ricca di sorprese.

Secondo il portale, la novità più clamorosa è che la guida Michelin in Italia potrebbe aprire alle pizzerie, come già accaduto in altre nazioni per differenti tipologie ristorative. Lo scorso anno furono segnalate appena sei. Tutte a Napoli città: Sorbillo, Da Michele, 50 Kalò, La Notizia, Concettina ai Tre Santi, Starita a Materdei. Una pattuglia che quest’anno potrebbe lievitare seppur di pochissimo. Secondo quanto si apprende ce ne sarà una in più rispetto allo scorso anno e tutti pensano possa trattarsi di Pepe in Grani. Staremo a vedere.

Ma chi si aspetta le stelle anche per le pizzerie rimarrà deluso. Già perché a svelarlo a Scatti di Gusto è stato proprio il direttore della Rossa: Sergio Lovrinovich il quale ha annunciato che «non ci saranno pizzerie con stella nell’edizione 2018 della guida Michelin».

Neve in Costa d’Amalfi: il grande cuore dei volontari della protezione civile / Foto

Se le zone collinari della Costa d'Amalfi hanno retto bene a questa improvvisa e, in parte, non prevista, ondata di maltempo con la fitta...

Ma ritornando alle indiscrezione, più o meno fondate che circolano in rete, alcuni ristoranti potrebbero rientrare nell’olimpo degli stellati. Stando alle supposizioni che circolano nell’ambiente degli addetti ai lavori del settore gastronomico qualcuno di questi si trova in Costiera Amalfitana. Tra i tanti nomi dei possibili candidati Reporter Gourmet fa quello de Il Flauto di Pan dell’hotel Villa Cimbrone a Ravello, la cui cucina è magistralmente gestita dallo chef Crescenzo Scotti.

Tra i nomi che circolano, almeno dei campani, secondo Reporter Gourmet, anche il Rendez-Vous dell’hotel Quisisana a Capri (chef Stefano Mazzone) e Monzù dell’hotel Punta Tragara sempre a Capri affidato allo chef Luigi Lionetti.

Ma non è tutto perché tra i quei templi del gusto che potrebbero passare da 1 a 2 stelle, secondo le supposizioni pubblicate da Reporter Gourmet, ci sarebbe un altro ristorante di Ravello: il Rossellini’s dell’hotel Palazzo Avino affidato ormai da tempo allo chef Michele Deleo.

Supposizioni, dunque, anche suggestive. Ma per le certezze occorre aspettare il 16 novembre quando scadrà il countdown che porterà a scoprire i veli sulla Rossa 2018. Ricordiamo che lo scorso anno furono ben 39 le stelle che Michelin riconobbe ad altrettanti ristoranti della Campania, sette dei quali si trovano in Costiera Amalfitana.