Meteo Salerno e Provincia: clima impazzito. Dopo il caldo temperature giù

Foto iLMeteo.it

Negli ultimi giorni a Salerno e Provincia abbiamo vissuto un clima decisamente estivo, con temperature che hanno sfiorato i 30 gradi.

A partire dalla giornata di oggi, venerdì 26 aprile, le cose iniziano a cambiare: una perturbazione provocherà infatti un generale peggioramento delle condizioni Meteo al Centro e al Nord Italia. Al Sud invece, la situazione climatica continuerà a rimanere improntata sul caldo ma anche qui avrà le ore contate dal momento che da domani cominceranno a soffiare venti più freschi sull’Italia con conseguente calo termico al Sud anche di 6-7°C.

Come scrivono gli esperti meteo de iLMeteo.it, domenica ci attende l’ennesimo passaggio dal caldo al fresco in pochissime ore. Venti di Bora e di Tramontana colpiranno gran parte della nostra Penisola provocando un generale raffreddamento più avvertibile al Nord Est e lungo la fascia adriatica, dove, le temperature massime, potrebbero perdere in media fino ai 8-10°C in meno rispetto alle 24 ore precedenti. Davvero uno sbalzo non da poco insomma.

Million day 18 agosto estrazione di oggi, i numeri vincenti

Cinque numeri e un po' di fortuna per provare a vincere un milione! Sono solo questi gli ingredienti per vincere a Million Day e...

La sensazione di fresco verrà ulteriormente accentuata anche dalla presenza del vento. Infine, il clima, diverrà comunque più fresco anche sul resto dell’Italia seppur la diminuzione delle temperature risulterà più contenuta.

Nello specifico sabato 27 Aprile l’alta pressione, prevista in momentaneo rinforzo, riuscirà a garantire maggiore stabilità atmosferica specie nella prima parte della giornata; nonostante tutto, qualche isolato piovasco potrà ancora verificarsi all’estremo Sud. Poi, nel corso del pomeriggio, qualche rovescio interesserà gli estremi settori nordorientali tra Alto Adige, il Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia.

Domenica 28 Aprile un ciclone ricolmo di aria fredda si addosserà all’arco alpino centro orientale, facendo letteralmente crollare le temperature di diversi gradi in pochissimo tempo. Il contrasto tra l’aria più calda preesistente e quella in arrivo darà luogo a precipitazioni molto intense con veri e propri nubifragi sulle province di Udine, Gorizia e Trieste.

Nel corso della notte poi i fenomeni temporaleschi tenderanno a scivolare verso il Molise, per raggiungere in seguito anche il Gargano.Le temperature, come diretta conseguenza dell’ingresso di venti più freschi nordorientali, tenderanno a calare anche di 10°C al Nordest e sulle regioni adriatiche; calo più contenuto al Nordovest e sulle regioni tirreniche.

Infine, ecco che questo insidioso vortice ciclonico farà ritornare la NEVE sull’Italia, un evento piuttosto raro per essere la fine di Aprile