Meteo Campania: è allerta per grandinate, temporali, nevicate e gelate

Possibili grandinate, temporali, nevicate e gelate sulla Campania. A lanciare l’allerta è la protezione civile regionale che per domani, domenica 15 gennaio, ha diramato una criticità di colore giallo.

L’allerta, che riguarda buona parte del territorio campano, incluse la città di Napoli e le zone costiere, è valevole per la giornata di domani e fino alle 6 di lunedì mattina per effetto di un peggioramento delle condizioni meteo. Piogge e temporali sono previste un po’ ovunque, mentre le precipitazioni nevose sono attese a quote superiori ai 500-600 metri e, localmente, anche a quote inferiori, con apporti al suolo deboli o anche moderati.

L’avviso del Centro Funzionale regionale evidenzia “Precipitazioni da sparse a diffuse a locale carattere di rovescio e di isolato temporale, anche di moderata intensità” nonché “Possibili grandinate”. Le zone interessate sono la piana campana, Napoli, le isole, l’area vesuviana; la penisola sorrentina e la costiera amalfitana, i monti di Sarno, i Monti Picentini; l’alto Sele; la Piana Sele, l’alto e basso Cilento.

Marco Giallini: chi è, età, vita privata, moglie e carriera dell’attore

E' uno degli attori più conosciuti e apprezzati del panorama cinematografico e televisivo italiano, parliamo di Marco Giallini. Marco Giallini: chi è, età, vita privata, moglie...

«In queste stesse aree – fanno sapere dalla protezione civile – si attendono anche precipitazioni nevose a quote superiori ai 500-600 metri e, localmente, anche a quote inferiori, con apporti al suolo deboli o anche moderati. Nel resto della regione Precipitazioni sparse, a prevalente carattere nevoso, con apporti al suolo moderati».

Su tutta la Campania si prevedono inoltre gelate persistenti a quote collinari e localmente anche a quote inferiori. Per questo si raccomanda agli automobilisti di mettersi in viaggio con le dotazioni da neve. Ovvero, pneumatici invernali e catene.

«La Sala operativa della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere o mantenere in vigore tutte le misure previste dai piani comunali di protezione civile per la criticità idrogeologica – si apprende dalla centro funzionale regionale – e di seguire le indicazioni già fornite relative alle precipitazioni nevose, sia in ordine alla tutela delle fasce deboli della popolazione, con particolare riferimento ai senza fissa dimora, che per le precauzioni da assumere a salvaguardia del territorio, ivi compresa la corretta informazione ai cittadini».