Mergellina: Alla Scoperta del Noto Quartiere di Napoli

Il Vesuvio visto da Mergellina di Napoli - Foto fra_spina93

Mergellina (Margellìna in napoletano) è una zona della città di Napoli, nel quartiere Chiaia, che si estende tra il largo Sermoneta e la Torretta, lambendo Piedigrotta e la riviera di Chiaia.

Si trova in riva al mare, ai piedi della collina di Posillipo.

Vediamo le cose essenziali da sapere su questa parte del capoluogo partenopeo.

Mergellina: Storia e Descrizione della Zona Marina di Napoli

Chi è Cecilia tentatrice di Stefano Macchi Temptation Island fidanzato Anna Pettinelli

Cecilia Zagarrigo è una delle protagoniste di questa edizione di Temptation Island Vip, nei panni della tentatrice.Chi è Cecilia tentatrice di Stefano Macchi Temptation...

Secondo alcuni il nome dell’area deriva dal termine “mergoglino” (uccello acquatico).

Secondo altri invece, il termine viene dalla bellezza delle sue acque e cioè dal latino “mare ialinum”, che significa mare chiaro, trasparente.

In realtà il nome comune margella (“corallo”) è già presente nel tardo-latino e traduce il greco bizantino μαργίλλα (Charles du Fresne du Cange, Glossarium manuale ad scriptores mediae et infimae latinitatis etc. T. IV, p. 574. Halle, 1776).

Quindi, margellina equivarrebbe a corallina, ossia “marina corallina”.

Non è da escludere infatti che la costa di Posillipo fosse anticamente pescosa di corallo come quella di Torre del Greco.

Cosa Vedere a Mergellina di Napoli

Mergellina è una delle zone più belle e romantiche di Napoli: affacciata sul golfo, con a sinistra la splendida cartolina del Vesuvio e, giù in fondo, la silhouette di Capri e delle isole Flegree.

Mergellina è stata da sempre decantata per la bellezza del panorama che offriva, anche se con il passare del tempo la sua struttura originale è stata notevolmente modificata.

Inizialmente si affacciava direttamente sul mare, oggi invece è diventata una strada interna a causa delle numerose colmate, iniziate a fine Seicento, che hanno avanzato l’area costiera e che hanno reso possibile la costruzione di numerose residenze, prima nobiliari e poi cittadine.

L’ultimo intervento è stato fatto prima della Seconda Guerra Mondiale e ha permesso il prolungamento di via Caracciolo fino a largo Sermoneta.

Tratto simbolo di Mergellina sono le cosiddette rampe di sant’Antonio, volute nel 1643 dal viceré Ramiro Nunez de Guzman, duca di Medina de Las Torres.

Esse prendono il nome dalla seicentesca chiesa di Sant’Antonio a Posillipo dalla cui sommità è possibile ammirare uno splendido panorama di tutta la città.

Si accede alle rampe da piazza Sannazaro, dove oggi è situata la fontana della Sirena, realizzata dallo scultore Onofrio Buccini in collaborazione con Francesco Jerace.

Uno scatto dal Lungomare di Mergellina – Foto robypetruzzi

Lungo via Sannazaro è situata la fontana del Leone chiamata così perché l’acqua esce dalla bocca dell’animale di marmo posto in mezzo alla vasca.

Da questa sorgente, costruita nel XVIII secolo in occasione del restauro del Casino reale, sgorgava un’acqua pregiata, fra le migliori per la sua leggerezza, originata dal colle di Posillipo.

La fontana fu voluta da Ferdinando IV di Borbone per alimentare le Case Reali, anche se era utilizzata ugualmente dai cittadini della zona.

A Mergellina si trova anche la funicolare che collega il lungomare con Posillipo Alto.

Realizzata nel 1931 è stata l’ultima funicolare napoletana a essere stata costruita.

Il suo percorso comprende le fermate di sant’Antonio, san Gioacchino, Parco Angelina e via Manzoni.

Il porto 

Mergellina è provvista anche di un porto, secondo per grandezza dopo il porto centrale di Napoli, composto dal Molo Beverello e da quello di Calata Porta di Massa.

Da questo porto partono solo gli aliscafi trasporto passeggeri che vanno a Ischia, ma vi sono “parcheggiate” anche tante barche e yatch privati, e poi non tutti i giorni, anche mezzi marini che portano in Sicilia.

Come arrivare a Mergellina

Si può arrivare a Mergellina direttamente con la metropolitana di Napoli, linea 2, che parte dalla stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi.

Esiste proprio la fermata specifica.

Se volete arrivare al porto, da questa fermata camminate a piedi.

Dal Vomero, si prende la funicolare di Mergellina, e per il porto, si deve proseguire sempre un pò a piedi.

Con l’auto, invece, bisogna dalla tangenziale di Napoli uscire a Fuorigrotta e seguire le indicazioni per Mergellina o Posillipo.

In assenza di traffico ci impiegherete 10 minuti.

In zona, oltre i parcheggi nelle strisce blu, esistono anche alcuni parcheggi per la sosta.

Tra questi, il Garage Sannazzaro, e il Garage Piedigrotta.