Maxi operazione antidroga a Salerno, acquirenti anche in Costiera Amalfitana

C’erano anche dei clienti della Costiera Amalfitana tra quelli serviti dall’organizzazione di drug delivery smantellata ieri mattina a Salerno.

La complessa attività d’indagine, durata dagli inizi 2018 sino all’agosto 2020, ha fatto emergere uno spaccato delinquenziale operante nella città di Salerno ed in alcuni comuni limitrofi, essenzialmente dedito al traffico illecito di sostanze stupefacenti “ pesanti ” del tipo cocaina, eroina e crack.

Le indagini hanno portato ad individuare un’organizzazione di drug delivery, con veri e propri centralinisti alternati in turni in possesso di utenze telefoniche “ dedicate ” (intestate fittiziamente) per ricevere le ordinazioni, disponendo di conseguenza l’appuntamento o anche la consegna a domicilio dello stupefacente.

Polpette al tonno: una ricetta light un piatto moderna e innovativa

Oggi, torniamo con la nostra rubrica sulle ricette light e vi proponiamo un piatto semplice ed innovativo, le polpette di tonno.Chi di voi in...

Sono stati i carabinieri del Comando Provinciale di Salerno a smantellare l’organizzazione a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 23 persone, di cui 13 in carcere e 10 agli arresti domiciliari.

L’organizzazione criminale usava anche anche SMS “promozionali” per stimolare l’acquisto di droga, ovviamente con linguaggio convenzionale: un esempio su tutti, “ Tutte e 3 le kose a 15 euro lento veloce per fumare”, dove “lento” sta per eroina, “veloce” per cocaina e “per fumare” fa riferimento al crack .

Mezzi di comunicazione rapidi per una platea di compratori perlopiù fra i 18 ed i 30 anni, un traffico veloce fatto di dosi preparate e pronte al consumo​ immediato dei più giovani. Un sodalizio che vede anche una presenza femminile, con 3 arrestate impiegate, al pari degli uomini, in attività di confezionamento, spaccio e occultamento di stupefacente o denaro.

Tra i clienti dell’organizzazione anche un infermiere e diverse donne oltre che persone della Costiera Amalfitana, dell’Agro nocerino – sarnese e della Valle dell’Irno. Molti “clienti” erano professionisti.