Marisa Cuomo entra nel Biwa. Il Fiorduva tra i 50 migliori vini italiani

Ancora un importante riconoscimento per la nostra Marisa Cuomo. Il suo Fiorduva 2017 rientra infatti tra i 50 migliori vini italiani entrando così nella classifica Biwa 2019.

Il 2019 é stato definito dalla giuria internazionale del Biwa (Best Italian Wine Awards)l’anno dei bianchi e, tra questi, non poteva mancare proprio uno dei bianchi piú famosi della Costiera Amalfitana.

La premiazione del Fiorduva è avvenuta ieri alla presenza di Luca Gardini. Come per l’anno precedente il migliore dell’anno è il Sassicaia, ideato da Mario Incisa di Rocchetta. Alle spalle del Sassicaia un Barolo, il Monvigliero 2015 di Burlotto e in terza posizione la cantina Tramin e il suo Terminum, un Gewürztraminer, il miglior bianco dolce d’Italia secondo Luca Gardini.

Chi è Melissa Satta: età, figli, vita privata e marito Kevi Prince Boateng

Melissa Satta è una show girl e modella italiana famosa per essere stata una velina del programma di Canale 5 Striscia la Notizia. Chi è...

L’Alto Adige è la quarta regione con più riconoscimenti (quattro), subito dopo la Sicilia (cinque). Il Fiorduva delle Cantine di Marisa Cuomo di Furore raggiunge invece la 39esima posizione.

Un vino unico nel suo genere che continua ad ottenere riconoscimenti. Il suo colore giallo con i riflessi oro, ha un profumo che ricorda l’albicocca e i fiori di ginestra con un richiamo di frutta esotica. Al gusto è morbido, denso e caratterizzato da una importante persistenza aromatica di albicocca secca, uva passa e canditi.

Nato nel 1942, il Gran Furor Divina Costiera è un marchio che nasce per accompagnare la vendita dei vini nel borgo costiero di Furore. Andrea Ferraioli, discendente da un’antica famiglia di vinificatori locali, acquista il marchio Gran Furor Divina Costiera nel 1980, per produrre un vino di altissima qualità recuperando i segreti dei suoi avi e la secolare tradizione vinicola del suo paese natio insieme a sua moglie Marisa Cuomo