Mare Monstrum Legambiente: la Campania “Maglia Nera” per i reati ambientali

Legambiente ha realizzato il dossier Mare Monstrum per cercare di capire lo stato di salute del nostro mare e soprattutto gli illeciti e reati che vengono perpetrati ai danni del grande blu.

Il quadro che viene fuori è tutt’altro che positivo per quanto riguarda la Campania, colate di cemento illegale, inquinamento delle acque, maladepurazione e pesca di frodo, sono i principali reati venuti fuori dal dossier.

Per quanto concerne la Campania sono 4.697 i reati contestati nel 2019, il 19,9% del totale nazionale, con un incremento del 35% rispetto al 2018. Nella nostra regione i predoni del mare viaggiano alla media di 13 reati al giorno, uno ogni due ore, ben 10 infrazioni per km di costa, con 4.305 persone denunciate e arrestate e 1.571 sequestri.

Centri estivi a Cava de’ Tirreni: il comune indice manifestazione d’interesse

Il Comune di Cava de’ Tirreni con la pubblicazione dell’Avviso Manifestazione d’interesse Centri estivi 2020/emergenza covid-19, intende promuovere e sostenere la realizzazione di attività...

Al primo posto di questa ben poco gratificante classifica per quanto concerne i reati c’è proprio la Campania che primeggia tanto nella classifica del cemento che in quelle dell’inquinamento e della navigazione fuorilegge, cedendo il passo solo nella pesca, dov’è seconda dietro la Sicilia.