Manuele Rispoli di Maiori firma la sua prima produzione musicale“Fire Inside”

E’ uscito lo scorso 21 giugno la prima pubblicazione musicale di Manuele Rispoli, il giovane artista della Costiera Amalfitana conosciuto con il nome d’arte di “Moody”.

“Fire Inside”, disponibile sulle piattaforme di straming e su Spotify, Apple Music, Youtube, Amazon Music, I-Tunes, Tidal, è un brano in inglese che è stato pensato, scritto e prodotto dallo stesso Moody.

Il 19enne artista, con sangue maiorese ed amalfitano, sembra aver dato vita ad un nuovo genere musicale tutto suo che non risente degli influssi di nessun altro genere e deriva dalla sua personale ricerca di una nuova estetica sonora.

Al Ravello Festival l’Orchestra “Luigi Cherubini” domenica 14 luglio

La programmazione sinfonica della 67esima edizione del Ravello Festival arriva al suo terzo appuntamento. Domenica 14 luglio (ore 20) sul Belvedere di Villa Rufolo...

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Seguitemi su Spotify!

Un post condiviso da Moody (@m00dy87) in data:

“Fire Inside” alterna le batterie elettroniche a melodie dolci che iniziano quasi come un sussurro per poi diventare sempre più intense mentre un pianoforte accompagna un basso proprio come in una colonna sonora a cavallo tra gli anni Settanta ed Ottanta.

«Non sono spesso triste. Vivo il 90% della mia vita nella mia testa, distaccandomi dal mio corpo e dalle mie emozioni – ha scritto l’artista in un lunghissimo post su Instagram-. Alcune brutte esperienze da bambino mi hanno portato ad ignorare le mie emozioni e qualche anno fa ero diventato un pezzo di ghiaccio. Ma se ignori le emozioni, loro inizieranno ad urlarti addosso per farsi sentire. Come un fuoco dentro. Perché vogliono dirti che qualcosa non va. E a un certo punto il fuoco inizia a rompere il ghiaccio. Questa canzone è la rappresentazione sonora della mia tristezza, che prima o poi doveva uscire fuori. Questa è per tutti voi che ogni giorno vi sentite dire che non dovete essere tristi, che non dovete avere paura, che non dovete arrabbiarvi. Questa canzone è l’urlo della mia tristezza, che ha smesso di tormentarmi solo quando le ho prestato attenzione. Il ghiaccio si è sciolto ed è avaporato. Adesso sono il fuoco. E con questo voglio aiutare tutti i pezzi di ghiaccio a scioglersi. Poi dopo che vi siete asciugati le lacrime preparatevi, perché con la seconda canzone vi brucio gli stereo delle macchine, altro che tristezza».