Maltempo Costiera: a Scala cede tratto di strada / Foto

Il maltempo che si sta abbattendo da giorni sulla Costiera Amalfitana sta provocando non pochi disagi nei nostri piccoli borghi.

Poco fa a Scala un tratto di Via Suor Maria Celeste Crostarosa ha ceduto a causa delle piogge incessanti, mentre si segnala uno smottamento in località Seggio Santa Caterina che già si sta provvedendo a rimuovere.

Si raccomanda di prestare attenzione durante gli spostamenti, viste le condizioni meteo avverse.

Costa d’Amalfi, allerta meteo in vigore fino alle 18.00

La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l’avviso di allerta meteo fino alle 18.00 di oggi, sabato 27 novembre.

L’allerta è di colore idrogeologico arancione sulle zone 1,3,5,6,8 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; costiera Sorrentino-Amalfitana, monti di Sarno e monti Picentini; Fisciano e Alto Sele; Piana Sele e Alto Cilento; Basso Cilento).

Qui si prevedono “Precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale, puntualmente di moderata o forte intensità. Venti forti sud-occidentali con possibili raffiche nei temporali. Mare agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte”. Temporali anche forti che potrebbero dare luogo ad un dissesto idrogeologico diffuso anche con instabilità di versante, anche profonda, frane e colate rapide di fango.

Allerta Gialla su tutto il resto della Campania dove si prevedono precipitazioni sparse, rovesci e temporali, anche intensi, associati a raffiche di vento.

Si ricorda che già in atto sulla Campania una allerta meteo Arancione sulla zona 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) e Gialla sulla restante parte della Campania.

Il quadro meteo evidenzia:
Forti temporali
Vento forte con possibili raffiche
Mare agitato. Possibili mareggiate.
Attenzione a frane, colate rapide di fango, caduta massi, allagamenti, esondazioni e altri fenomeni connessi al rischio idrogeologico.
Per il vento forte e il mare agitato, attenzione alla corretta tenuta del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso.

Si raccomanda pertanto alle autorità competenti di attuare tutte le misure previste dai rispettivi piani di protezione civile in riferimento ai rischi naturali previsti.

Sala operativa e Centro Funzionale seguono in H24 l’evoluzione dei fenomeni. Prestare la massima attenzione ai successivi avvisi della protezione civile.