Maltempo Campania: la Regione chiede lo stato di calamità naturale

Le nevicate che hanno colpite negli ultimi giorni la Campania oltre a creare disagi sulle strade e ha messo in grave crisi le produzioni agricole. Per questo la regione ha scritto al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per chiedere lo stato di calamità naturale.

Lo scorso fine settimana, infatti, l’ondata di maltempo caratterizzata da gelo e neve, ha danneggiato gran parte dei raccolti sia in provincia di Salerno che nel beneventano che in Irpinia. Tra le zone più colpite anche il Vallo di Diano e gli Alburni dove si stanno facendo ancora i conti con i problemi legati alla viabilità.

Nelle ultime ore la situazione climatica in Campania sembra essere migliorata ma restano i problema delle difficoltà lungo le vie di comunicazione e i danni alle produzioni agricole in taluni casi irreversibili. Ecco perché si chiede l’intervento del ministero per aiutare tutti quei piccoli produttori che hanno visto distruggersi mesi e mesi di lavoro. E anche dalla Costiera Amalfitana si leva il grido d’allarme per la produzione dei limoni che in qualche caso sarebbe stata compromessa dal gelo.

Chi è Simone Gianlorenzi il fidanzato di Stefania Orlando. Età e lavoro

Simone Gianlorenzi si è fatto conoscere dal grande pubblico per essere il fidanzato della bellissima Stefania Orlando.Oltre che per la sua relazione con la showgirl...

Infatti, anche la Costiera Amalfitana ha dovuto fare i conti con le avverse condizioni meteo ma in particolare col gelo di inizio gennaio e la neve caduta abbondante fino a ieri. Tanti i disagi ai quali, in particolare gli abitanti di Tramonti e di Agerola, hanno dovuto far fronte. La neve, infatti, ha reso impossibile percorrere le principali vie di collegamento con i paese vicini. Il peggio, però, sembra essere alle spalle.

Questa mattina, almeno per quanto concerne la situazione viabilità, sembra essere tornata alla normalità. Fondamentale è stato il lavoro dei mezzi spazzaneve e spargisale che hanno consentito un più veloce ripristino delle condizioni minime per il transito.

Le abbondanti precipitazioni nevose hanno costretto gli amministratori a chiudere le scuole in diversi comuni. Gravi criticità sono state registrate a sud della provincia di Salerno dove gli istituti scolastici nei comuni di Acerno, Padula, Sassano, Sanza, Monte San Giacomo, Polla, San Pietro al Tanagro, Sessa Cilento, Stella Cilento, Omignano, Sicignano, Vallo della Lucania sono rimaste chiuse.

La speranza è che presto l’ondata di freddo abbandoni definitivamente la Campania e che i lavoro dei tantissimi produttori agricoli non sia del tutto compromesso.