Maiori, strada chiusa per incendio: ecco i percorsi alternativi per raggiungere la Costiera

A causa dell’incendio che si è sviluppato ieri pomeriggio e che ha determinato la chiusura della strada Stalale 163 Amalfitana, la Costa d’Amalfi è attualmente spaccata in due.

Per fronteggiare l’emergenza si è svolta nelle prime ore del mattino, alla Prefettura di Salerno, un incontro d’urgenza che ha visto la presenza del primo cittadino di Maiori, della Protezione Civile e di tutte le Forze di Polizia Statali e Municipali, si sono delineate le line guida per garantire la tutela della sicurezza pubblica e la continuità della circolazione lungo l’arteria stradale a cavallo del Ferragosto dopo la chiusura della stessa voluta ieri dall’Anas.

Durante i giorni di chiusura della strada, che dovrebbe riaprire lunedì, è stato messo in campo un sistema di presidio e di vigilanza della viabilità al fine di scongiurare eventuali situazioni di criticità e di agevolare la circolazione.

Francesco Giorgino: chi è, età, carriera, vita privata del giornalista

Francesco Giorgino è uno dei giornalisti più conosciuti e apprezzati del panorama televisivo italiano e non solo.Grazie alle sue qualità professionali si è fatto...

E’ stato così disposto che nel tratto da Vietri sul Mare a Maiori, fino alla località Capo d’Orso, potranno accedere liberamente i residenti e chiunque voglia recarsi nelle località turistiche. Lo stesso accade nel tratto da Positano a Maiori.

Per chi volesse raggiungere la Costiera Amalfitana senza intoppi, l’Anas fa sapere che i veicoli provenienti da Amalfi e diretti verso Vietri sul Mare possono utilizzare la strada provinciale 2 Valico di Chiunzi per imboccare l’autostrada A2 Napoli- Salerno in direzione Salerno con uscita consigliata Vietri sul Mare.

Per i veicoli provenienti da Vietri sul Mare e diretti verso Amalfi si consiglia l’autostrada A2
Napoli- Salerno in direzione Napoli con uscita consigliata Angri, per poi raggiungere Amalfi tramite la SP2 Valico di Chiunzi.

Le Polizie Municipali di Salerno, Cava de’Tirreni, Vietri, Positano e Maiori garantiranno dei presidi fissi o mobili per informare gli utenti della strada e vigilare sulla fluidità della circolazione stradale. La Questura, la Polizia Stradale e i Carabinieri concorreranno per i profili di competenza.