Maiori: recuperato in nottata l’escursionista tedesco disperso sul monte Falesio

E’ stato recuperato intorno all’1.30 di questa notte a Maiori l’escursionista tedesco disperso sul monte Falesio. L’individuazione del punto in cui si trovava l’uomo è avvenuta dopo una difficoltosa ricerca lungo la parte alta del sentiero che dall’Avvocata conduce fin giù a Cava de Tirreni.

Ritrovato in buone condizioni fisiche e di salute, anche se fortemente infreddolito (l’uomo si trovava in maglietta e pantaloni corti) il turista è stato così accompagnato a valle e dove si è ricongiunto con sua moglie che nel frattempo era in pena per le sue condizioni presso la stazione dei carabinieri di Maiori.

Sono stati proprio i militari dell’Arma a coordinare le ricerche scattate intorno alle 21 di ieri sera quando i titolari del B&B in cui la coppia tedesca alloggiava, hanno lanciato l’allarme, sollecitati dalla moglie che era in contatto costante col marito a quanto pare localizzato con il sistema di GPS.

La zona è stata così raggiunta dagli uomini della protezione civile di Maiori guidati da Giuseppe Dell’Isola e i volontari della Miullenium di Amalfi, coordinati da Alessandro Miccio, i quali per circa quattro ore hanno battuto palmo a palmo le stradine del monte che conducono al santuario dell’Avvocata.

Sulle tracce dell’uomo anche i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori, che nonostante il buio della notte si sono prodigati per ritrovato lo sfortunato turista tedesco insieme con la protezione civile.

Alle ricerche hanno partecipato in una zona impervia 7 unità della protezione civile di Maiori e 3 della Millenium di Amalfi che hanno operato sotto il coordinamento dei carabinieri della stazione di Maiori.

L’epilogo intorno all’1.30 quando una delle squadre impegnate nelle ricerche è riuscita a localizzare la zona in cui si trovava il tedesco e a portarlo in salvo. Per l’uomo, che ha ringraziato i ragazzi di Maiori attivati subito dopo la richiesta di soccorso, una brutta avventura conclusasi senza particolari conseguenze.