Maiori: nuova bonifica, senso di marcia alternato nei pressi della grotta

E’ stato ripristinato da questa sera il senso di marcia alternato nel tratto tra il Castello di Maiori e l’ingresso alla grotta. Esattamente nel punto in cui a dicembre venne giù un’enorme quantità di massi e detriti. Tutto ciò per consentire un ulteriore intervento di messa in sicurezza disposto dal Genio Civile di Salerno in regime di somma urgenza.

E già da questa sera è stato predisposto il restringimento della carreggiata con l’apposizione di due impianti semaforici posti alle estremità della zona interessata compresa tra il convento di San Francesco a Maiori e la zona castello.

Qui a ridosso della grotta, il 10 dicembre scorso, si registrò un importante crollo di roccia che per fortuna non causò né vittime né feriti.

Erano le 6.45 quando dalla parete rocciosa si staccarono alcune croste di roccia che piombarono al suolo. Chi udì l’impatto raccontò subito di un rumore fortissimo. Sul posto giunsero immediatamente i Vigili del Fuoco del distaccamento di Maiori che, verificata la consistenza del crollo, richiesero l’intervento di un’autoscala della sede di Salerno il cui impiego servì a ispezionare la parte di montagna interessata dal crollo e lungo la quale il peso dei massi lacerò la rete di protezione.

Sul posto per giorni sono stati all’opera i rocciatori di una ditta specializzata individuata per realizzare l’intervento di bonifica della montagna interessata dal crollo.

A monte della frana un elicottero trasportò tutto il materiale utile all’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza facendo la spola tra il piazzale del porto e il ciglio della montagna dove ora torneranno all’opera i rocciatori.

I lavori che avrebbero dovuto esaurirsi entro il 13 gennaio, vennero prorogati fino al 2 gennaio scorso. Ora il Genio Civile torna a disporre un nuovo intervento su quella parete roccioso e con il restringimento della carreggiata aumentano i rallentamenti in Costiera.

Uno di questi da quasi due mesi si trova alle porte di Atrani, esattamente a ridosso del cimitero cittadino, dove dal 10 febbraio, oltre al restringimento della carreggiata, sono stati installati due semafori che regolano la circolazione a sensi di marcia alternati perché il comune doveva eseguire un intervento urgente di messa in sicurezza di un muro adiacente il tratto della strada statale 163 “Amalfitana”.

L’Anas proprio oggi ha inoltre comunicato che, sempre lungo 163 Amalfitana, per l’esecuzione di lavori urgenti da parte della Società Enel, si rendono necessarie limitazioni al transito tra il km 12,200 ed il km 13,000, nel territorio comunale di Positano, nella fascia oraria notturna compresa tra le 23.30 di domani, mercoledì 5 aprile e le 6.00 di giovedì 6 aprile 2017.

Nel dettaglio, dalle ore 23.30 del 5 aprile alle ore 4.00 del 6 aprile sarà chiuso al transito – per i mezzi con massa superiore alle 3,5 tonnellate – il tratto della strada statale compreso tra il km 12,200 ed il km 13,000; la circolazione pesante verrà deviata lungo percorsi alternativi, segnalati in loco, sulla strada statale 145 “Sorrentina”, sulla strada provinciale ‘Agerolina’ (ex SS366) e lungo viabilità locale.

Inoltre, tra le ore 1.00 e le ore 2.00 del 6 aprile, per le sole autovetture, sarà attiva la chiusura al transito della statale 163 “Amalfitana” tra il km 12,700 ed il km 13,000; la circolazione verrà deviata lungo percorsi alternativi, segnalati in loco, sulla viabilità locale di Positano.

Infine, dalle 23.30 del 5 aprile all’1.00 del 6 aprile e dalle 2.00 alle 6.00 del 6 aprile, per le sole autovetture, sarà in vigore l’istituzione di sensi unici alternati tra il km 12,200 ed il km 13,000, per tratti della lunghezza massima di 200 metri.