Maiori, malore fulminante in strada: l’accaduto ricostruito dalle telecamere

Decesso in pieno giorno a Maiori. Si tratta di un 61enne napoletano residente da anni in Costiera Amalfitana. Ad accertare la causa le telecamere di videosorveglianza del comune. Il fatto.

Decesso stamattina a Maiori, l’accaduto ricostruito dalle telecamere. Si è accasciato improvvisamente al suolo intorno alle 11 e 45. A dare l’allarme i residenti, che all’improvviso si sono ritrovati davanti una scena terribile. L’uomo, che non rispondeva, aveva già perso la vita. Inutili i tempestivi soccorsi degli uomini della Croce Bianca, che hanno provato a rianimare l’uomo.

Si tratta del 61enne C.P., conosciuto da tutti come Carletto. Un uomo mite, solare, che amava il borgo e le sue contraddizioni. Ma anche le tante caratteristiche che rendono Maiori e la Costiera Amalfitana uno dei posti più belli del pianeta.

L’episodio è accaduto in uno degli indirizzi prossimi alla centralissima via Nuova Chiunzi. Qui, appena ricevute le segnalazioni, si sono precipitati i carabinieri della locale stazione di Maiori e i sanitari. I militari hanno consultato le telecamere di videosorveglianza della zona, che hanno escluso aggressioni. O che, in ogni caso, la morte fosse da attribuire a cause esterne.

Decesso stamattina a Maiori, l’accaduto ricostruito dalle telecamere. L’occhio artificiale, infatti, ha ripreso l’uomo mentre si accasciava al suolo. Il decesso sarebbe così da attribuire a cause naturali. Un malore avrebbe così colpito il 61enne. Una notizie che ha lasciato sgomenti i tanti residenti, che conoscevano l’uomo con l’appellativo di Carletto. Napoletano che aveva profondi legami con il territorio, dato che sovente si receva a Maiori per motivi di carattere familiare.

Alla famiglia vanno le condoglianze della nostra Redazione.