A Maiori la seconda edizione di “Room Escape”. Ecco come poter partecipare

Dopo il successo della prima edizione, Maiori sarà lo scenario della seconda Room Escape della Costiera Amalfitana. Organizzato dal Forum dei giovani del comune costiero, sarà un’esperienza divertente ed unica a suo modo. I giocatori, chiusi in una stanza, dovranno risolvere gli enigmi, i giochi di logica, trovare indizi, per riuscire ad uscire dalla stessa.

Il tema di quest’anno sarà Halloween, non a caso l’appuntamento è fissato per il 31 ottobre e 1 novembre. Una sfida coinvolgente che per ogni turno di gioco vedrà impegnate da 2 a 6 persone che avranno un’ora di tempo per trovare la soluzione e scappare dalla stanza nella quale sono rinchiusi.

La storia della Room Escape è relativamente giovane, è stata infatti creata per la prima volta 2006 da un gruppo di programmatori della Silicon Valley che si è ispirato a delle opere di Agatha Christie e ad alcuni videogiochi “Real Escape Game”, sviluppati dal giapponese Takao Kato.

La Rete Sviluppo Costa d’Amalfi in Regione per condividere progetti futuri

Si è svolto ieri mattina a Palazzo Santa Lucia di Napoli un importante incontro operativo tra alcuni delegati del Distretto Turistico e della Rete...

In seguito, nel corso degli anni, il gioco è diventato sempre più popolare non solo negli Stati Uniti e nel Nord America ma anche in Asia Oceania ed Europa. Dal 2015, partendo da Torino, il gioco ha preso piede anche nelle più importanti città d’Italia tra cui Bologna, Brescia, Milano, Napoli, Padova, Venezia, Roma, Torino e Trento.

L’Italia può vantare anche un primato, a Milano infatti, dal dicembre 2016, è presente la più grande escape room d’Europa, il Maniac Palace. Sul finire del 2015, nel mondo si contano quasi 3000 room escape, ciascuna delle quali viene allestita in una varietà di luoghi immaginari come: prigioni, uffici, laboratori, manicomi e monasteri.

La Costiera Amalfitana, grazie all’impegno del forum dei giovani di Maiori entra a far parte di questa lunga lista, offrendo l’opportunità agli abitanti della Divina di vivere un’esperienza unica nel suo genere. Per potersi iscrivere basterà contattare il FDG di Maiori, il costo è di 10 euro a persona.