Le città del vino sbarcano in Costa d’Amalfi. Convention nazionale dal 6 all’8 maggio con 450 delegati

La Costa d’Amalfi ospita le città del vino italiane per la convention di primavera dell’associazione nazionale. L’evento, in programma dal 6 all’8 maggio vedrà la partecipazione dei sindaci dei comuni soci (circa 450) convocati per l’approvazione del bilancio di previsione dell’esercizio in corso e relativi accompagnatori, con conseguente ricaduta positiva sia in termini economici che promozionali. La convention si svolgerà nei comuni di Maiori, Furore, Ravello e Tramonti, che per l’organizzazione saranno affiancati dalla Comunità Montana dei Monti Lattari, presieduta da Luigi Mansi, mentre le funzioni organizzative e logistiche saranno svolte dall’Associazione della Strada del Vino Costa d’Amalfi, presieduta da Salvatore Grimaldi. Un evento, quello della prossima settimana, che coinvolgerà l’intera regione e in particolare le sue aree vitivinicole: Terra di Lavoro, Sannio, Irpinia e Cilento per un’opportuna presentazione dell’intera realtà enogastronomica della Campania. La candidatura della Costa d’Amalfi, quale area vitivinicola nella quale organizzare la Convention di Primavera fu avanzata nel corso dell’assemblea ordinaria, svoltasi a Genzano di Roma nello scorso ottobre. In concomitanza con il raduno è stato organizzato anche un educational tour con giornalisti di provata professionalità in rappresentanza di importanti testate nazionali e tutti specializzati nel settore dell’enogastronomia.