Chi è Pierdante Piccioni medico che ha ispirato la serie tv Doc – nelle tue mani

Sta riscuotendo un grande successo la fiction di Rai 1 Doc – nelle tue mani che vede come protagonista Luca Argentero. Ma la narrazione è ispirata ad una storia vera quella di Pierdante Piccioni.

Il dottor Pierdante Piccioni ha subito un bruttissimo incidente e a poche ore di distanza dall’impatto, il medico si è risvegliato dal coma con conseguenze drammatiche: ha perso tutti i ricordi degli ultimi 12 anni della sua vita.

Chi è Pierdante Piccioni il medico che ha ispirato la fiction Doc – nelle tue mani

Pierdante Piccioni è nato a Cremona il 30 agosto 1959 ed è un medico, scrittore e accademico italiano noto come il “Dottor Amnesia”.

La vendetta della ragazza tradita. Volantini per cercare il fidanzato dell’amante del compagno

Episodio singolare in provincia di Salerno. Una ragazza ha scoperto di essere stata tradita e ha messo in scena la sua vendetta. La vicenda si è svolta...

E’stato primario del pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore di Lodi e di quello di Codogno, docente universitario all’Università degli Studi di Pavia e consulente del Ministero della salute.

Nel 2013, a causa di un incidente sulla tangenziale di Pavia, entra in coma. Al suo risveglio poche ore dopo, a causa di una lesione alla corteccia cerebrale, ha come ultimo ricordo il momento in cui, nel giorno dell’ottavo compleanno del figlio Tommaso, sta uscendo dalla scuola dove lo ha appena accompagnato.

La data è quella del 25 ottobre 2001 e Piccioni non ha memoria dei suoi ultimi 12 anni di vita, che riesce a ricostruire solo attraverso foto e racconti della moglie e degli amici.Segue lo stesso percorso per quanto riguarda l’attività professionale; ricomincia a studiare e ricostruisce i rapporti con i colleghi.

In occasione della pandemia di COVID-19 è stato impegnato nel trattamento dei pazienti affetti dalla malattia virale nell’ospedale di Lodi, dove ha dato vita all’unità di Integrazione Ospedale Territorio e Appropriatezza della Cronicità.

La sua storia ha ispirato il medical drama Doc – Nelle tue mani, una serie di 16 episodi in onda dal 26 marzo 2020 su Raiuno.

Il romanzo Meno 12

“Veniva reputata impossibile da credere – scrive nel suo primo romanzo, Meno 12, pubblicato con la Mondadori e scritto con Pierangelo Sapegno – poi sono venute fuori le lesioni. Quei mesi in cui sono stato trattato da demente e impostore li ricordo purtroppo”.

Dolore e senso di colpa lo assalgono quando rivede i figli. E’ convinto che i suoi piccoli abbiano meno di 10 anni, ma si ritroverà di fronte due uomini.

In un’intervista a Fan Page ha raccontato:”Ho detto ‘Si saranno sbagliati, saranno i figli di qualcun altro. Non sono i miei bambini’. Non è che io lo facessi apposta, ma non sapevo chi fossero. Temevo anche che i miei bambini fossero morti nell’incidente e non volessero dirmelo”.

“Può sembrare brutale, ma chi in un giorno ha visto la propria vita stravolta è consapevole di quanto sia importante la disciplina: per un incidente ho perso la memoria, 12 anni spezzati via, cancellati per sempre. Solo la mia tenacia e passione mi hanno permesso di ricominciare anche se nessuno ci credeva”.