La storia di Pelè: tutte le curiosità sulla carriera e la vita privata del calciatore

Edson Arantes do Nascimento, conosciuto da tutti con il nome di Pelé, è stato il giocatore più famoso nella storia del calcio mondiale.

Nonostante siano passati tantissimi anni da quando il calciatore brasiliano, ha appeso le scarpette al chiodo, tutt’ora viene considerato il più forte giocatore di sempre.

La storia di Pelè: tutte le curiosità sulla carriera e la vita privata del calciatore

Pelé è nato nel 1940 nel ,villaggio di Tres Coracoes, venne chiamato Edson in onore di Thomas Edson perchè nel periodo in cui è nato, nel suo villaggio era stata appena istallata la rete elettrica.

Chi è Elisa Barucchieri sorella di Elena Sofia Ricci: età, malattia e lavoro

Elisa Brucchieri è una ballerina di successo ed è conosciuta anche per essere la sorella di Elena Sofia Ricci.La coreografa ha raccontato di essere stata...

All’età di 5 anni si trasferì a San Paolo con la famiglia. Anche suo padre era un calciatore e probabilmente è proprio da lui che ha ereditato la grande passione.

Nella sua biografia ha infatti raccontato, che il suo primo allenatore ufficiale fu proprio il padre.

Al suo fianco ha assistito alla sconfitta del Brasile nel mondiale del 1950, da quel momento l’allora giovane Pelè ha sempre sognato di poter cambiare le sorti del calcio del paese.

Nel suo cuore il desiderio di diventare un calciatore diventava sempre più forte, fino al giorno in cui messe su una squadra, composta da 11 amici e la chiamò, il Sete de Setembro, in onore della via in cui abitava.

La carriera di Pelè:

La sua carriera calcistica è iniziata nel 1954, quando entrò a far parte della squadra del Bauru, lì affinò la sua tecnica ed imparò a giocare con tutti e due i piedi, una delle qualità che lo ha reso unico al mondo.

Da quel momento in poi la sua carriera, fu ricca di proposte e offerte lavorative, tutti lo volevano nella loro squadra.

In meno di un anno, divenne titolare al Santos, squadra in cui segnò 643 gol. Con il Santos vinse dieci campionati paulisti e sette nazionali.

Dopo di che si sono susseguite due coppe Libertadores per il Brasile e poi due Coppe Intercontinentali, tutte vinte per merito suo.

Alla giovane età di 17 anni venne convocato per la prima volta ai mondiali in Svezia dove venne ammirato da tutti, grazie alla sua bravura, vinse la prima coppa mondiale.

Nonostante siano passati moltissimi anni, Pelè viene ancora considerato il migliore giocatore al mondo. La FIFA gli attribuisce 1.281 gol segnati in 1.363 partite, un record eccezionale.

Dopo una serie di successi mondiali nel 1977 Pelè ha concluso la sua carriera calcistica, rimanendo però un esempio per chiunque sogni di diventare un calciatore professionista.